On Air Stiamo trasmettendo:
Selezione Musicale

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



DRAGOPARADE 2009 - di David Drago

DRAGOPARADE 2009
I 15 best e la rivelazione dell'indie rock made in Italy
di David Drago

 

RIVELAZIONE 2009: CELESTINO TELERA

"Ha autoprodotto un album nel 2008, "5/4", che avrebbe meritato il primo posto in qualsiasi classifica di best, ma è nel 2009 che Celestino Telera, appena ventunenne, ha fatto il vero exploit: voce incantevole e una capacità interpretativa non comune, potrebbe essere il Peter Gabriel italiano. Nuovi, bellissimi brani ("Snow", "Rats of the town") faranno parte del suo prossimo lavoro. E' quindi lui la rivelazione indie italian rock del 2009". (Radiogas)

------------------------------------------------------------------------------------

I MAGNIFICI 15

1 - IL TEATRO DEGLI ORRORI "A sangue freddo", La tempesta
"Celebratissimi, meritatamente. Testi che scarnificano, musica che afferra alla gola". (Radiogas)
"Queste canzoni diventano tue, anche se raccontano di poeti nigeriani o di incidenti sulla statale, anche se non hai quarantanni, la pelle rovinata dalle storie andate a male e dal troppo bere e il cuore da ritirare al banco dei pegni. E' un album importante, di quelli che ti entrano sottopelle e che ricordi per anni, forse per sempre" (Rockit)

2 - MELLOWMOX "Deceiter", autoprodotto
"La raffinatezza, l'equilibrio, la voce straordinaria: un rock alternativo originale e maturo nonostante la giovena età della band, e le infuenze dichiarate (Radiohead, Sigur Ròs, Muse) che diventano un punto di partenza per la ricerca di un'originalità musicale che scivola su un tappeto sonoro da brividi" (Radiogas)

3 - SNOW IN MEXICO "Snow in mexico", Raise ( in free download sul myspace)
"Autentico shoegaze e dream-pop, come pochi gruppi sono riusciti a fare. Se amate M83, Slowdive, Ride, Radio Dept. e annessi e connessi, non potete non apprezzare questo EP" (indie-rock)

4 - DEMIAN* "Crippled cute", Suiteside records/Audioglobe
"Le canzoni dei Damien* sono quel tipo di pezzi da dancefloor da ballare nell'unico momento della serata in cui ti senti triste, ma che nonostante tutto rimangono incredibilmente godibili e divertenti, con un ritmo sempre tirato e un portamento elegante a sostenere sudore e inevitabili slabbrature" (Rockit)

5 - MAMAVEGAS "The way to St.Ruiz", autoprodotto
"Facciamo finta che sia un pomeriggio d'inverno con tanta neve fuori e ci fermiamo in poltrona ad ascoltare, senza fretta, questa musica rarefatta e visionaria che sembra provenire dal grande nord, che sa di tutte le cose che i Mamavegas dichiarano di amare: "le montagne, i boschi, l'odore dei funghi e il riverbero". (Rockit)

6 - ESTERINA "Le indecorose - Esterina senzacorente" Nopop
"Sanno di terra e di mare, e la splendida voce graffia il suono inconfondibile e anarchico, qui meravigliosamente senzacorente (ovvero unplugged per chi avesse perso dimestichezza con l'italiano), di una delle band più originali del panorama indie rock italiano". (Radiogas)

7 -THE ZEN CIRCUS "Andate tutti affanculo" Unhip/La Tempesta
Finalmente c'è qualcuno che alza la testa, in italiano e con una dialettica blasfema che non rischia mai di farsi fregare fermandosi in superficie. Anzi, va a fondo e cerca le radici di un mal governo, di un malessere, di una mala-vita che non è criminalità ma proprio vita vissuta male. (Rockit)

8 - MARIPOSA "Mariposa" Trovarobato/Audioglobe
"Non ci si era mai coccolati tanto in un disco dei Mariposa, senza doversi solo scervellare ad aspettare l'ennesima schizofrenia dietro l'angolo. Un grande disco. Un disco dei Mariposa. Teniamoceli stretti questi pazzi." (Rockit)

9 - ZENERSWOON "Frames", NowHerez records
"Prepariamoci all'esplosione, perché questo disco è fatto in grande stile...un gioiello sonico predestinato a risplendere di riflesso proprio, all'interno e fuori dell'attuale scena amplificata" (Mescalina)

10 - FUCKSIA "Photophobie", muertepop (in free download su www.muertepop.com)
"Ascoltare Fucksia è come mangiare una torta ai mirtilli: dolce, sensuale, delicata! L'Islanda è il luogo ideale, i Mum e la Morr, gli amici e la casa dove abitare..." (Saltinaria)

11 - TOMVIOLENCE "Borderline lovers", Black candy/Audioglobe
"Con questo secondo album i Tomviolence si distaccano dai canoni del postrock: meno fiati e violini, più tastiere, basso e chitarra, e ospiti illustri come Andrea Rovacchi dei Julie's Haircut. E convincono: Amanti borderline, come dal titolo dell'album, e non allineati, come dal titolo di uno dei brani migliori" (Radiogas)

12 - POLAR FOR THE MASSES "Blended", Black nutria
"Situabile al crocevia tra garage, dopo-punk e rock delle sabbie, "Blended" è martellante, scarno e a tratti compiaciutamente lascivo, roccioso e dotato di una malcelata eleganza diabolica. Insomma, volendo essere più diretti potremmo dire che si tratta di un'opera fottutamente divertente, tanto tosta quanto sexy". (Indieforbunnies)

13 - THE WALRUS "Never leave behind feeling always like a child", Garrincha/Tomobiki
"Di impronta profondamente indie rock, si lascia però ispirare anche dal pop del regno unito e dalla tradizione garagistica indipendente statunitense: un connubio meraviglioso!" (Indieforbunnies)

14 - JULIE'S HAIRCUT "Our secret ceremony", A silent place
"Mettetevi comodi, accendete una sigaretta, riempite il bicchiere con qualcosa da bere e partecipate alla cerimonia dei Julie's. Chiariamo le cose subito, se siete delle fighette che si aspettano un singolo stile MTV avete sbagliato sport alla grande, qui stiamo parlando di sudore, sigarette in sala prove, di strumenti "veri", occhi chiusi, parliamo di MUSICA volutamente maiuscola". (Radiogas)

15 - PLASTIC MADE SOFA "Plastic made sofa", Smokingkills records
"Se continuano con questo suono "birichino e british", magari deviando il giro senza andare troppo a zonzo nella Abbey Road Beatlesiana, i bergamaschi Plastic Made Sofa potrebbero davvero - con una bella e ridefinita linea personale da seguire - diventare centrali nella fucina che sforna giovani talentuose band" (Indieforbunnies)

 
David Drago

ULTIME NEWS

I VENERDI' DI SOUNDS ON FRIDAY
Con Marco Milanesi
Leggi tutto

Prato Antiqua a palazzo Datini
Presentazione
Leggi tutto

Fabrizio Mocata a Nightswimming Jazz
Con Marco Milanesi
Leggi tutto

Referendum di Radiogas 2018
Commentato da Marco Monzali
Leggi tutto

Referendum radiogas 2017
Commentato da Marco Monzali
Leggi tutto

The Trongone Band – Keys To The House
Recensione di Lorenzo Allori
Leggi tutto