On Air Stiamo trasmettendo:
Supercompilation

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Referendum 2012

 Ecco i risultati del referendum interno di RADIOGAS per l’anno 2012

 

 MIGLIOR ALBUM INTERNAZIONALE

 

 
1.    BRUCE SPRINGSTEEN “Wrecking Ball”

2.    LEONARD COHEN “Old Ideas”
       BOB DYLAN “Tempest”

4.    MUSE “The 2nd Law”
       PATTI SMITH “Banga”

6.    DONALD FAGEN “Sunken Condos”
       MARK LANEGAN “Blues Funeral”
       JACK WHITE “Blunderbuss”

9.    MUMFORD & SONS “Babel”
       SKUNK ANANSIE “Black Traffic”
       SOUNDGARDEN “King Animal”
       NEIL YOUNG “Psychedelic Pill”


Largo ai vecchi. La triade Springsteen-Cohen-Dylan, 212 (duecentododici) anni in tre trionfa nella categoria più importante. Tenuto conto che al quarto posto c’è un’altra anziana in movimento (Patti Smith, 66 primavere) verrebbe da fare una serie di considerazioni sullo stato di salute del Rock alla chiusura dell’Anno del Signore 2012 e tutte assai giustificate e comprensibili. A parziale attenuante va però detto che questi prodotti senili dei quattro anziani moschettieri sopraccitati sono tutti eccellenti, prova di una classe e di una passione al loro mestiere che pochi, tra i rappresentanti delle ultime generazioni, possono vantare. Nella Top Ten troviamo altri due figli della Golden Age, Neil Young e il redivivo Donald Fagen (che album il suo!). Da notare che il Boss raddoppia il successo ottenuto due anni fa con l’album precedente (che era assai peggiore di questo) grazie anche alla straordinaria performance live di questo giugno a Firenze. Tra i figli del XXI° Secolo primeggiano i Muse(unici inglesi tra i primi otto!), ingiustamente osteggiati dalla critica, ed emergono i Mumford & Sons, una band sul cui successo futuro scommetterei a occhi chiusi.    

ALBO D’ORO – 2007 Radiohead “In Rainbow” 2008 Sigur Ros “Meo Suo I Eyrvumuld” 2009 Pearl Jam “Backspacer 2010 Peter Gabriel “Scratch My Back”/Bruce Springsteen “The Promise” 2011 Adele “21”

 

MIGLIOR ALBUM ITALIANO



 


1.    TEATRO DEGLI ORRORI “Il Mondo Nuovo”

2.    AFTERHOURS “Padania”

3.    FRANCESCO GUCCINI “L’Ultima Thule”
       FIORELLA MANNOIA “Sud”

5.    VINICIO CAPOSSELA “Rebetiko Gymnastas”
       NICCOLO’ FABI “Ecco”
     
7.    SERGIO CAMMARIERE “Sergio Cammariere”
       FRANCESCO DE GREGORI “Sulla Strada”
     
9.   MALIKA AYANE “Ricreazione”
      PINO DANIELE “La Grande Madre”
      LITFIBA “Grande Nazione”

Anche qui un bis, quello dei TdO, tre anni dopo quell’autentico capolavoro che fu “A Sangue Freddo”, a conferma che Capovilla & C.  hanno ormai sfondato la dimensione della cult band. “Il Mondo Nuovo” non è lavoro all’altezza del precedente ma spicca per densità e vigore nell’esangue panorama della musica tricolore. Il buon momento dei gruppi è ribadito dall’argento, non del tutto meritato, assegnato agli Afterhours mentre il terzo posto conquistato dal deludente lavoro d’addio di Guccini ha tutto il sapore del tributo a un artista straordinario. Gli esiti non esaltanti delle ultime uscite dei vari De Gregori, Daniele, Battiato ecc. ci dicono che purtroppo i nostri Grandi Anziani stanno invecchiando peggio dei loro coetanei di Oltre Atlantico (vedi sopra).  

ALBO D’ORO – 2007 Cristina Donà “La Quinta Stagione”/Gianna Nannini “Grazie”/Franco Battiato “Il Vuoto” 2008 Baustelle “Amen” 2009 Il Teatro degli Orrori “A Sangue Freddo”/Dente “L’Amore Non è Bello” 2010: A Toys Orchestra “Midnight Talks” 2011 Caparezza “Il Sogno Eretico”

 MIGLIOR BRANO INTERNAZIONALE
 

1.    GOTYE “Somebody That I Need To Konow”

2.    ADELE “Skyfall

 

Vince, non a sorpresa,  il tormentone similPolice dell’australobelga Gotye, che prevale di misura su uno dei pezzi bondiani  più bondiani della storia bondiana. Che un gioiello come “Jack of All Trades” del Boss abbia avuto un solo voto (il mio) resta un mistero. Mah!

ALBO D’ORO – 2007 Amy Winehouse “Rehab”/Eddie Vedder “Society”/Foo Fighters “The Pretender” 2008 Coldplay “Viva la Vida” 2009 Decemberists “The Wanting Comes in Waves”/Editors “Papillon”/Gossip “Heavy Cross” 2010 Gogol Bordello “My Companera”/The National “Bloodbuzz Ohio” 2011 Adele “Someone Like You”

 MIGLIOR BRANO ITALIANO
 
 

 

1.    AFTERHOURS “Padania”
       NICCOLO’ FABI “Una Buona Idea”
    
3.   TEATRO DEGLI ORRORI “Io Cerco Te”
      THONY “Flowers Blossom”

 
Tra i singoli gli Afterhours si riprendono la rivincita sul Teatro degli Orrori ma devono dividere il successo con Niccolò Fabi, autore di uno degli album italiani più freschi della stagione.

ALBO D’ORO – 2007 Cristina Donà “Universo”/Marlene Kuntz “Uno” 2008 Jovanotti “A Te”/Baustelle “Charlie fa Surf” 2009 Franco Battiato “Inneres Auge” 2010 Litfiba “Sole Nero”/Zucchero “E’ un peccato morir” 2011 Jovanotti “Ora”/Verdena “Scegli Me”

 MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE INTERNAZIONALE
 

 

1.    OF MONSTERS AND MEN

2.    ALT J

3.    GOTYE
        TAME IMPALA

 
Per la prima volta la categoria degli emergenti Giochi per Ragazze Giochi di Calcio internazionali ha un solo vincitore e anche netto, questi islandesi che hanno conquistato il mondo con un lavoro d’esordio semplicemente delizioso, “My Head is An Animal”. Ma è tutto il podio da condividere, dagli intriganti Alt J alla coppia tutta australiana Gotye-Tame Impala che si divide il terzo posto. Se son rose fioriranno, si dice in questi casi…

ALBO D’ORO: 2007 non assegnato 2008 Fleet Foxes/Amy MacDonald 2009 Get Well Soon/Gossip 2010 non assegnato 2011 Anna Calvi/Laura Marling

 MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE ITALIANO
 
 
 

 

1.       IL CILE
         SYCAMORE AGE
         THONY

 
Altro verdetto interessante e condivisibile nella categoria tradizionalmente più difficile del nostro referendum annuale (e che in passato, ahinoi, ha visto prevalere delle autentiche pippe). Il Cile è, vivaddio, il primo cantautore degli ultimi anni che rifugge dalle melensaggini minimaliste stile Samuele Bersani, Thony possiede una grazia che attualmente solo alcune coetanee anglosassoni possiedono. Ma la vera, grande promessa a mio parere sono i Sycamore Age. Maestria musicale, bel nerbo compositivo, ottima presenza scenica, la band aretina (come il Cile!) ha tutte le carte giuste per diventare uno dei nomi più importanti dell’intera scena italiana. Auguri di cuore.  

ALBO D’ORO – 2007 A Toys Orchestra/Ministri 2008 Gran Progetto/Le Luci della Centrale Elettrica 2009 Dente 2010 Dente/Esterina/Piet Mondrian/Ufomammut 2011 I Cani

 

 Marco Monzali

 

ULTIME NEWS

Pinocchio Jazz 25esima edizione
Di Marco Milanesi
Leggi tutto

Ethan Iverson e Mark Turner a Firenze e Ferrara
Di Marco Milanesi
Leggi tutto

Riccardo Galardini ospite a Radiogas
Con Marco Milanesi
Leggi tutto

Referendum radiogas 2017
Commentato da Marco Monzali
Leggi tutto

The Trongone Band – Keys To The House
Recensione di Lorenzo Allori
Leggi tutto

Ariwo – Ariwo
Recensione di Lorenzo Allori
Leggi tutto