On Air Stiamo trasmettendo:
Marco Monzali

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



REFERENDUM RADIO GAS 2009

REFERENDUM RADIO GAS 2009
 
ALBUM INTERNAZIONALI:
 1. PEARL JAM
"Backspacer"
 
  
 2. MUSE
"The Resistance
 2. BRUCE SPRINGSTEEN
"Working on a Dream"
  

4. PLACEBO "Battle for the Sun"
5. DEPECHE MODE "Sounds of the Universe"
6. CLAPTON & WINWOOD "Live" 
    BEN HARPER "White Lies for Dark Times"
8.   EELS "Hombre Lobo" 
      THEM CROOKED VULTURES "Them Crooked Vultures"
      ARCHIVE "Controlling Crowds"
11. ARCHIVE "Controlling Crowds part IV", SIA "Some Peple Have Real Problems", STEVE WILSON "Insurgentes", ALICE IN CHAINS "Black Gives Way to Blue", EDITORS "In this Light and on this Evening", PORCUPINE TREE "The Incident", U2 "No Line on the Horizon"
18. MORRISSEY "Years of Refusal", WILCO "Wilco (the Album), NORAH JONES "The Fall", GOSSIP "Music for Man"
22. LEOMARD COHEN "Live in London", DECEMBERIST "The Hazards of Love", DAVE MATTHEWS BAND "Big Whiskey and the Groo Grux King", VAN MORRISON "Astral Weeks Live", FRANZ FERDINAND "Tonight"
27. GET WELL SOON "Songs Against the Glaciation", RICKIE LEE JONES "Balm in Gilead", GREEN DAY "21st Century Breakdown"

 30. Kasabian, Madness, Rammstein, Gomez, Sonic Youth, Dream Theatre, Yeah Yeah Yeahs, Iggy Pop, Lynyrd Skynyrd, Moby, Mando Diao
41. Horrors, Built to Spill, Black Heart Procession, White Lies, Wolfmother, Veils, Cesaria Evora, Julian Casablancas, Broken Records, Starsailor, David Gray, Collective Soul, Dark Was the Night (compilation), Elvis Perkins
55. Jason Lytle, Devendra Banhart, Motorpsycho, Dinosaur Jr., Antony & the Johnsons, Simple Minds, Kiss, Mastodon, Low Anthem, Parlor Mob, 80th Disorder, Pet Shop Boys, Sting, John Frusciante, Glasvegas, Prodigy, No-Man, Paolo Nutini, Derek Trucks

Una classifica che odora molto di tributo, questa del 2009. I tre album che conquistano il podio sono infatti tutti e tre, se si vuole, opere minori di grandi e amatissimi nomi, a cominciare dai Pearl Jam sempre piu "veddercentrici", amati da tutti, rockettari e popparoli. O come il Boss, premiato in una delle sue opere più scipe o come gli stessi Muse, al loro peggior album della carriera. Ma dei tre forse è proprio la band di Bellamy che costituisce l'elemento più lieto, essendo il successo di "The Resistance" il giusto tributo ad uno straordinario gruppo troppo spesso strapazzato da una critica parruccona. Visto che lo stesso discorso può essere fatto anche per il quinto posto dei Depeche Mode, ne risulta che il lato migliore dell'alta classifica è rappresentato da Molko & C., autori di un album decisamente bello. Altre note liete gli ottimi risultati di Ben Harper, di "E" Everett e degli Archive che, sommando i voti dei loro due album sarebbero arrivati secondi. Bene anche Steve Wilson, che nelle sue tre versioni stagionali (Porcupine Tree, No-Man e solista) si prende 18 preferenze. Giusto anche il trono del rock assegnato al supergruppo Them Crooked Vultures, il primato tra le fanciulle della bravissima Sia e quello tra i live dei due vecchi leoni Clapton & Winwood mentre tra le band indie vincono gli Editors grandi anche in versione "new wave".
 
ALBUM ITALIANO:
 1. TEATRO DEGLI ORRORI
"A Sangue Freddo"
1. DENTE
"L'Amore non è Bello"
  
3. MINISTRI "Tempi Bui"
4. FRANCO BATTIATO "Inneres Auge"
5. ELIO E LE STORIE TESE "Gattini"
6. SERGIO CAMMARIERE "Carovane"
7. VINICIO CAPOSSELA "Solo Live" 
    LACUNA COIL "Shallow Life"
9. MARIPOSA "Mariposa"
10. BOBO RONDELLI "Per Amor del Cielo" 
      SAMUELE BERSANI "Manifesto Abusivo"
      FIORELLA MANNOIA "Ho Imparato a Sognare"
13. CARMEN CONSOLI "Elettra", MALIKA AYANE "Malika Ayane"
15. NICCOLO' FABI "Solo un Uomo", NOMADI "Allo Specchio", SKIANTOS "Dio ci deve delle spiegazioni", CELESTINO TELERA "5/4", ALICE "Lungo la Strada", LIGABUE "Sette notti in Arena", MARLENE KUNTZ "Live", ELISA "Heart"
23. Baby Blue, Mellowmox, Zen Circus, Gatti Mezzi
27. Modena City Ramblers, Francesco Renga, Giardini di Mirò, Julie's Haircut, Alborosie, Roberto Vecchioni, Gianna Nannini

Un bicchiere mezzo pieno (ma anche mezzo vuoto) al termine di una stagione poco felice per la musica italiana. La metà piena è rappresentata dal bellissimo album del Teatro degli Orrori,  quella vuota dall'ex-aequo strappato con i denti...da Dente, ultimo noioso epigono della razza dei cantautori minimalisti, stile Carboni o Bersani tanto per intendersi. Un successo di voti raccolto soprattutto tra quei conduttori più inclini al cantautorato e vedovi della Golden Generation che comunque strappa un immeritato quarto posto con l'ennesimo non-album del guru Battiato, per cui vale probabilmente lo stesso ragionamento fatto nella sezione internazionale. Meglio, molto meglio il terzo posto dei Ministri col loro divertentissimo "Tempi Bui". Per il resto, Elio ha sempre i suoi fan come Capossela e Rondelli. L'ala rockettara tira su i Lacuna Coil, quella generalista Cammariere. Nel mezzo, la gradita sorpresa dei Mariposa, altra talentuosa band nostrana in cerca di definitiva affermazione.
 
BRANO INTERNAZIONALE:
1. DECEMBERIST "The Wanting Comes in Waves"  
    EDITORS "Papillon"
    GOSSIP "Heavy Cross"
4. EELS "That Look You Give That Guy" 
    DEPECHE MODE "Wrong"
6. BRUCE SPRINGSTEEN "The Wrestler" 
    PEARL JAM "Unthought Known"
8. ARCHIVE "Remove" , PLACEBO "Battle for the Sun", DEVENDRA BANHART "Brindo", PORCUPINE TREE "Time Flies", MUSE "MK Ultra", MUSE "Uprising", MORRISSEY "I'm Throwing My Arms Around Paris", CESARIA EVORA "Viento de Sueste", BAT FOR LASHES "Daniel", U2 "Magnificent", PEARL JAM "The Fixer"

Uno dei verdetti più condivisibili. Il terzetto vincente è di gran valore, con speciale nota di merito per il brano dei Decemberist, un autentico gioiello. Doppia presenza per Pearl Jam e Muse, a conferma del voto sugli album. Dei primi sette, il brano meno conosciuto è quello degli Eels ma è anche uno dei più belli.
 
BRANO ITALIANO:
1. FRANCO BATTIATO "Inneres Auge"
2. TEATRO DEGLI ORRORI "A Sangue Freddo"
    ELIO E LE STORIE TESE "Storia di un bellimbusto"
4. MINISTRI "Bevo" 
    SERGIO CAMMARIERE "Carovane"
6. TEATRO DEGLI ORRORI "Padre Nostro", DENTE "Vieni a Vivere", DENTE "Buon Appetito", DENTE "Beato Me", MINISTRI "Il Bel Canto", PAOLO BENVEGNU' "Io e il mio Amore", SAMUELE BERSANI "Un Periodo pieno di Sorprese", NICCOLO' FABI "Solo un Uomo", LACUNA COIL "Spellbound", VINICIO CAPOSSELA "Il Gigante e il Mago" 

Il successo più netto ma anche quello meno convincente. Il mistico cantautore siciliano avrà scritto perlomeno una cinquantina di brani migliori di questo "Inneres Auge", canzoncina furbetta che strizza l'occhio all'attualità sulla falsariga dell'infinitamente migliore "Povera Patria". In un annata modestissima per la chanson italica, merita una citazione il doppio piazzamento del Teatro degli Orrori, superati però dalla tripla presenza del solito, deprimente Dente.
 
ARTISTA EMERGENTE INTERNAZIONALE:
1. GET WELL SOON  
    GOSSIP
3. HORRORS 
    80th DISORDER
    EMPIRE OF THE SUN
    PAOLO NUTINI


Ottima scelta. Oddio, ad essere fiscali definire "emergenti" i Gossip è forse un po' azzardato, ma la band di Beth Ditto sa proporre un R&B intenso e divertentissimo. Più appropriato l'ex-aequo dei tedeschi Get Well Soon, intrigante e talentuosa rivelazione neo-dark. Giusti anche i piazzamenti degli Horrors e degli 80th Disorder, due altre band da seguire per i prossimi anni.

ARTISTA EMERGENTE ITALIANO:
1. DENTE
2. MALIKA AYANE
3. MINISTRI
TEATRO DEGLI ORRORI
5.    MELLOWMOX 
       CELESTINO TELERA
       BRUNORI SaS


Rieccolo. Dopo la vittoria, seppur ex-aequo, nella categoria assoluta, il lezioso giovanotto s'aggiudica, e con distacco, anche la categoria degli under, tradizionalmente la più sfortunata del referendum (l'anno scorso vinsero Le Luci della Centrale Elettrica...). Argento alla commercialotta Ayane, bronzo alle due rock band dell'anno, peraltro già abbastanza conosciute, le vere novità sono forse quelle suggerite dal terzetto al quinto posto.
Ma la maggioranza è la maggioranza...


Marco Monzali