On Air Stiamo trasmettendo:
Slow Emotion

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Joe Bonamassa – Muddy Wolf At Red Rocks

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: U.S.A.

Genere: rock blues

Voto: ****

Brano migliore: How Many More Years


Commento: Stava trasformandosi in un piccolo Gary Moore ed invece, da qualche anno a questa parte, Joe Bonamassa ha trovato la forza per affrancarsi dall'hard rock. Muddy Wolf At Red Rocks è l'ennesimo progetto di puro blues partorito dalla fertile mente del chitarrista americano. Una bellissima serata nella suggestiva cornice dell'anfiteatro naturale di Red Rocks, in compagnia del repertorio di due leggende quali Muddy Waters e Howlin' Wolf. Oltre ai due titolari dell'omaggio, anche i fantasmi di Willie Dixon e Hubert Sumlin vengono più e più volte evocati. Sembra più azzeccata la parte dello show dedicata al lupo ululante, con una torrenziale How Many More Years, una The Killing Floor in odore di rhythm n'blues ed il devastante finale di Spoonful (questo si un po' hard rock, forse in ricordo della poderosa versione suonata dai Cream). Complice anche un'invadente sezione fiati, la parte dedicata a Muddy Waters sembra viceversa leggermente più artefatta e vicina agli stilemi del cosiddetto "blues classico". Poco male perché questo doppio album è comunque destinato quasi sicuramente ad essere il migliore lavoro blues del 2015.

Assomiglia a: Nella prima parte a tratti sembra di ascoltare la band di B.B. King, poi però è Bonamassa al 100%.

Dove ascoltarlo: a zonzo per il Delta, ricercando le tombe dei pionieri del blues.

 Lorenzo Allori