On Air Stiamo trasmettendo:
Supercompilation

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



PRECIOUS – Lee Daniels

Regia: Lee Daniels

Anno: 2010

Nazione: Usa

Durata: 110 min

Prendete una giovane ragazza di colore, poco piacente suo malgrado e molto abbondante, aggiungeteci una location delle più deplorevoli (una Harlem dei primi anni ‘80) e mescolate il tutto con una buona dose di solitudine (è consigliato superare il Kg)...et voilà il risultato sarà un film crudo al pari di un carpaccio di pesce spada ma facilmente digeribile anche per i non amanti del pesce.

Tratto da un romanzo che ha sconvolto l'America e non solo (come da tradizione in Italia è arrivato al pubblico un anno dopo la sua effettiva uscita) il film narra attraverso descrizioni minuziose la vita sfortunata (gli aggettivi a riguardo fioccano) di una giovanissima ragazza di colore costretta a subire ripetute violenze sessuali da parte del padre, vittima altresì di una madre egoista e suscettibile perché gelosa delle attenzioni morbose che il padre le rivolge, costretta a tirare su due figli per volere altrui (il padre precedentemente citato) a soli vent'anni. Stando al titolo il film parrebbe essere un excursus temporale sulla vita rosea di una ragazza bella e possibile pronta a brillare come una stella nel firmamento di un' America che ha i tratti di Lucignolo nella fiaba di Collodi; in realtà l'unico brillìo al quale assistiamo è quello delle pentole utilizzate dalla madre come strumento di tortura verso la figlia (e non solo), brillìo che si scaglia violentemente contro l'opacità di giorni duri da vivere, contro l'indifferenza di coloro troppo spesso abituati a sottostare al motto "stai nel tuo che sto nel mio".

Il film trasuda critica da tutti i pori, verso un sistema (quello americano) che proietta il suo raggio lucente solo su coloro degne di essere ricordate, le restanti avranno a marcire nel più completo oblio; verso un capitalismo che divide la società in coloro che vivono nel più completo agio e coloro vittime di quotidiani disagi...Precious fa parte di quest'ultima categoria.
Con la collaborazione, in questo caso molto gradita, di star del calibro di Mariah Carey (in questo film più che mai antiestetica ) e non solo,il film, applauditissimo dalla critica, è un bellissimo documentario finalizzato a dare speranza a coloro che si sentono emarginati, giudicati, infelici, soli...è vero il detto secondo cui sperare porta solo problemi a livelli intestinale ma alle volte, più che mai in questo caso, chi si arrende è perduto.

 Chiara Boriosi