On Air Stiamo trasmettendo:
Eightis

Parola di DJ
Causa trasferimento della sede le trasmissioni consuete di Radio Gas riprenderanno solo giovedì 18 Gennaio. In loro sostituzione vanno in onda le nostre selezioni musicali

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Alien Ensemble – Alien Ensemble II

Anno di pubblicazione: 2016

Provenienza: Germania

Genere: post rock, avant jazz

Voto: ***1/2

Brano migliore: Morgenstimmung


Commento: Gli Alien Ensemble sono un side project che vede impegnati ben tre membri dei Notwist (più diversi altri musicisti di estrazione jazz / fusion, tra i quali è importante segnalare i compositori Mathias Gotz al trombone e Matthias Pichler al contrabbasso): il trombettista Micha Acher, il vibrafonista Karl Ivar Refseth ed il batterista Andi Haberl. La loro proposta musicale solitamente viene definita come "neo kraut rock", ma semplicemente a causa della loro provenienza geografica. In realtà gli Alien Ensemble hanno davvero poco in comune con l'ondata primigenia del kraut rock, se non forse con alcuni degli episodi cameristici / acustici dei Popol Vuh di Florian Fricke. Questo secondo volume della loro avventura li vede spesso flirtare con le colonne sonore (come nelle convulsioni circensi / vagamente esotiche di Skeleton Dance) o allestire momenti di quieto jazz pastorale (come nel primo movimento della mini suite Arc Trilogy). Personalmente amo considerarli una versione aggiornata della Penguin Café Orchestra. L'album è stato registrato interamente dal vivo in studio e ne beneficia sicuramente l'energia in brani come la già citata Skeleton Dance.


Assomiglia a: vedi sopra.

Dove ascoltarlo: come colonna sonora di uno spettacolo circense, dove però non si riesce mai a strappare un sorriso.

 Lorenzo Allori