On Air Stiamo trasmettendo:
Nigthswimming con Claudio Biancalani

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



DAMO SUZUKI'S NETWORK Sette modi per salvare Roma

Anno di pubblicazione: 2011

Provenienza: Giappone / Italia

Genere: kraut rock

Voto: ***

Brano migliore: Alphabet Zoo


Commento: dopo il bell’ep live dei Bud Spencer Blues Explosion, il palco del Circolo degli Artisti di Roma torna protagonista con questa curiosa registrazione live che vede protagonista l’ex cantante dei teutonici Can (almeno quattro album entrati di diritto nella storia del rock, tutti editi tra il 1969 e il 1973) accompagnato da una band di eccezionali musicisti italiani (Manuel Agnelli e Xabier Iriondo degli Afterhours, rispettivamente alle tastiere ed alla chitarra, Enrico Gabrielli ai fiati e Cristiano Calcagnile alle percussioni). Si tratta di sette composizioni largamente improvvisate sempre in bilico tra free jazz e prog rock. Interessante e poco rock, esattamente com’era la musica cosmica degli anni ’70. Suzuki poi, esattamente come all’epoca, più che cantare interpreta fisicamente i pezzi. D’altronde è sempre stato una sorta di simpatico santone taoista.

Assomiglia a: ci sono echi di Archie Shepp e Sun Ra ed ovviamente un richiamo ai Can (soprattutto quelli dell’esordio Monster Movie).

Dove ascoltarlo: sulla terrazza del Campidoglio, aspettando di essere sposato dal sindaco che porta al collo la croce celtica.

 Lorenzo Allori