On Air Stiamo trasmettendo:
Indie Nation

Parola di DJ
Siamo tornati! Stamani riprendono le trasmissioni consuete di RADIO GAS

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Little Annie – Trace

Anno di pubblicazione: 2016

Provenienza: U.S.A.

Genere: elettronica, torch song

Voto: ***1/2

Brano migliore: She Has A Way


Commento: Nata musicalmente in piena era No Wave, la newyorkese Annie Bandez (in arte Little Annie), realizza con Trace il proprio album incontrovertibilmente elettronico. O meglio, si potrebbe dire che le cose migliori della scaletta sono concentrate nella collaborazione con i concittadini Opal Onyx, alfieri della nuova scena dream pop, pesantemente legata all'estetica dei club (Cold War, She Has A Way, Bitching Song). Per il resto del tempo Little Annie mette al servizio la propria voce un poco sgraziata di paludosi blues (Dear John) o di eleganti arrangiamenti da autentica crooner jazz (Trace). Difficile capire dove la Bandez voglia davvero andare a parare, ma in fondo poco importa dato che il lavoro, nel suo complesso, risulta ben più che sufficiente.


Assomiglia a: Billie Holiday che canta canzoni di Lydia Lunch, accompagnata dai Portishead.

Dove ascoltarlo: in una chiesa sconsacrata.