On Air Stiamo trasmettendo:
Eightis

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Moor Mother – Fetish Bones

Anno di pubblicazione: 2016

Provenienza: U.S.A.

Genere: hip hop, elettronica, avant jazz, noise

Voto: ***1/2

Brano migliore: Valley Of Dry Bones


Commento: Camae Ayewa proviene da Philadelphia ed è la nuova sensazione in ambito hip hop sperimentale. Il progetto Moor Mother in realtà si discosta quasi subito dai classici stilemi dell'hip hop, prendendo viceversa a modello l'industrial e la no wave di fine anni '70. Basta ascoltare l'iniziale Creation Myth, che eppure è il brano più funk di tutta la scaletta, la quale inizia con un piglio decisamente gangsta rap per poi sfociare in una sorta di arringa / spoken word con un acidissimo tappeto di droni percussivi. Come certi album della rinascita nera avant jazz (vedi le ultime prove della sassofonista Matana Roberts), Fetish Bones dipinge atmosfere sonore, più che creare emozioni. Crea scenari alieni, più che rendersi disponibile all'umana comprensione.


Assomiglia a: Last Poets, Dalek, Matana Roberts

Dove ascoltarlo: in un'immensa discarica.

 Lorenzo Allori