On Air Stiamo trasmettendo:
Selezione Musicale

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Esterina – Dio ti salvi

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: Italia

Genere: indie rock

Voto: ***1/2

Brano migliore: Sovrapporre


Commento: Gli anni passano ma gli Esterina rimangono sempre gli stessi. E continua il mistero di come una band così matura nel coniugare le istanze del rock con la grande tradizione cantautorale italiana, sia sostanzialmente sconosciuta. L'ispirazione degli Esterina è pura e perfino un filo selvaggia, proprio come quella di Piero Ciampi, lontana dall'eleganza un filo dandy dei Baustelle. Dopo il mezzo passo falso (per quanto mi riguarda) del precedente Come satura, questo Dio ti salvi rimette le cose a posto, con almeno quattro canzoni di quelle memorabili (Pantaloni corti, Dio ti salvi, Stanno tutti bene e Sovrapporre) e tanti altri dettagli gradevoli. Trovano perfino spazio un paio di episodi più pop come Puta e Mutande, quest'ultima non immune dall'influenza del Battiato canzonettaro. Su quattro album (tre in studio ed uno dal vivo), gli Esterina ne hanno realizzati almeno tre ottimi. Non può essere una casualità.


Assomiglia a: vedi sopra. La miscela è comunque di quelle davvero originali e riconoscibilissimi a partire dall'utilizzo di termini dialettali, voce un po' sgraziata e delle tastiere che quasi potremmo definire "in stile Esterina".

Dove ascoltarlo: in un negozio di merceria.