On Air Stiamo trasmettendo:
Supercompilation

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



GRANPROGETTO La Cena Del Bestione

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: Italia

Genere: indie rock

Voto: ****

Brano migliore: Pianta grassa


Commento: In Italia abbiamo un problema nel registrare le chitarre elettriche. Anche gli Inglesi hanno un problema con le chitarre elettriche, ma noi abbiamo decisamente troppi problemi, per doverci aggiungere anche le chitarre. Ed invece siamo sfigati. Certo i Marlene Kuntz o i C.S.I. ci hanno riscattati da migliaia di anni di suoni canterini, che sovrastano le sei corde o viceversa dalle tamarrate degli assoli in stile Vasco Rossi / Ligabue ecc. Tutto questo per dire che i Granprogetto sanno registrare le parti di chitarra. E tu sprechi più di metà recensione per parlarci di missaggio e di produzione? E perché no? Le canzoni de La cena del bestione variano dal carino al bello (splendide in particolare Frateferroviere, Eccolo fermi, Si falsifica tutto e Pianta grassa), ma il suono delle chitarre è come dovrebbe sempre essere: limpido, avvolgente, aggressivo, lucente, rock n'roll. Ecco non mi veniva la parola; i Granprogetto trovano il loro rock n'roll, che è un po' come quando un afroamericano trova il proprio blues o un alchimista trova la pietra filosofale. E' come trovare il cuore della musica. E' come trovare il vostro cuore.


Assomiglia a: Mario Venuti che canta nei Pavement o nei Dinosaur Jr, senza dimenticare il crescendo inequivocabilmente post rock di Kronoporta spaziale.

Dove ascoltarlo: andando in treno allo zoo.

 Lorenzo Allori