On Air Stiamo trasmettendo:
Selezione Musicale

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



AARON PARKS Arborescence

Genere: Jazz

Provenienza: USA

Anno /Etichetta: 2013/ECM

Voto ***1/2


Aaron Parks pianoforte

 

Asleep In The Forest / Toward Awakening / Past Presence / Elsewhere / In Pursuit / Squirrels / Branchings / River Ways / A Curious Bloom / Reverie / Homestead

 

 

Giovane talentuoso pianista di Seattle (classe 1983), coltiva una profonda passione per l'informatica oltre che per la musica. Del resto i punti di contatto tra i due mondi sono molti di più di quello che si pensi. Possiede insomma tutte le qualità per diventare uno dei massimi pianisti di musica improvvisata del nostro tempo. La sua inziale attività discografica lo trova al fianco del trombettista e compositore Terence Blanchard, un altro suo progetto è invece il percorso sperimentale all'interno della James Farm insieme al sassofonista Joshua Redman.

 

Nel 2011 Parks incide gli undici brani del disco, ispirandosi probabilmente ai versi del poeta Robert Creeley. I brani sono tutte composizioni originali di Parks, nessuno standard presente. Il suono è impeccabile, in perfetto stile ECM. Sontuoso, profondo, dagli toni tipici del viaggio alla scoperta di sensazioni ed emozioni, piuttosto che alla descrizione di particolari esterni. Racconta di sé piuttosto che di altri o di altro. Il fraseggio rimane austero, talvolta troppo controllato, seppure non manchino richiami poetici di rara bellezza e intensità. A tratti sembra maggiormente un tributo alla solennità dell'universo musicale creato da ECM piuttosto che al libero fluire di recondite e sottili emozioni che si sublimano nell'inanellarsi delle note.

 

Da ascoltarsi in quei momenti in cui la leggerezza d'animo mal si adatta al contesto che si sta vivendo.