On Air Stiamo trasmettendo:
Eightis

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



The Angelica Sanchez Trio – Float The Edge

Anno di pubblicazione: 2017

Nazione: U.S.A.

Genere: Jazz

Giudizio: ***

 

Brani: Shapishico / Float The Edge / Pyramid / Substance Of We Feeling / Hypnagogia / What The Birds Tell Me / The Traveler / Black Flutter

 

Brano migliore: Black Flutter

 

Musicisti: Angelica Sanchez (pianoforte), Michael Formanek (contrabbasso), Tyshawn Sorey (batteria)

 

L'evoluzione del piano trio negli ultimi anni è passata anche tra le dita di Angelica Sanchez. La pianista dell'Arizona è infatti una delle più quotate esponenti dell'avanguardia avant jazz mondiale. Un avant jazz quello del trio della Sanchez che pare guardare più alla lezione di Cecil Taylor che a quella della scena newyorkese di inizio anni '80. E la cosa curiosa è che la Sanchez da anni vive e lavora proprio nella Grande Mela e di certo ne ha assorbito gran parte degli umori rivoluzionari.

Float The Edge non è comunque un album oltranzista. La leader, come una consumata ballerina di tango, gira soave e leggerissima continuamente intorno alla melodia. Spesso si scontra con essa, ma ogni tanto la asseconda anche, evitando così certe preclusioni grossolane del free jazz meno fantasioso. Sembra però mancare quel guizzo compositivo capace di rendere un album memorabile. Possiamo dire che, eccetto brani notevoli come Hypnagogia e Black Flutter, Float The Edge sembra più che altro un compito ben riuscito di bella calligrafia. Il fuoco e l'urgenza della sperimentazione non sembrano però abitare propriamente qui.

 

 Lorenzo Allori