On Air Stiamo trasmettendo:
Selezione Musicale

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



ARBOURETUM Coming Out Of The Fog

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: U.S.A.

Genere: psichedelia, psycho rock

Voto: ****

Brano migliore: Oceans Don't Sing


Commento: per prima cosa una riflessione generale: l'ondata neopsych / revivalista in genere, che ha sconquassato l'America negli ultimi dieci anni, ha infine concluso la propria carica dirompente. I gruppi principali si sono sciolti ed addirittura già riformati, le vendite latitano, le canzoni lo hanno sempre fatto. Era il gusto per un sound vintage ed acido quello che rendeva tanto interessante questa scena musicale. Melodie, ritornelli, testi erano in secondo piano rispetto ad una jam continua fatta di ribollenti wah wah e fughe di hammond. Gli ArboUretum realizzano questo nuovo album che invece si concentra soprattutto sulle canzoni e lo scarto è evidente ascoltando una dietro l'altra The Promise (old style) e Oceans Don't Sing (new style). Le coordinate musicali restano le consuete: The Cream + Grateful Dead + Quicksilver Messenger Service, ma questa volta si aggiungono anche tracce del David Crosby solista o dei Porcupine Tree più "pinkfloydiani" (la title track). Miglior album di tutta la carriera per un gruppo in continua crescita artistica.

Assomiglia a: vedi sopra.

Dove ascoltarlo: nella nebbia.

                 
 Lorenzo Allori