On Air Stiamo trasmettendo:
Supercompilation

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Brian Eno (with Jon Hopkins & Leo Abrahams) - Small Craft On A Milk Sea

 

Provenienza: Inghilterra

Anno: 2010

Genere: Ambient, Avant Rock

Voto: ***½

Brani migliori: Emerald and Lime, Paleosonic, Late Anthropocene

Brian Eno on Warp! L'ultimo disco del guru dell'Ambient Music esce per l'etichetta più trendy del suono elettronico e si avvale della collaborazione dei giovani discepoli Jon Hopkins e Leo Abrahams. Un incontro tra generazioni all'insegna, come si direbbe su "The Wire", della sperimentazione ‘intelligente'. Ma soprattutto un Evento, di quelli con la E maiuscola. Un'opera pubblicizzata divinamente e confezionata ancor meglio. Vendibile in un numero pressoché infinito di formati, dal normale CD al cofanetto in edizione ultralimitata con bonus tracks, ha il pregio di una veste grafica semplice e raffinata, che sembra aggiornare ai tempi della computer graphics il segno astratto di Mark Rothko. Storditi dal consueto sfoggio di materia grigia offertoci dal maestro Brian, potremmo dunque quasi dimenticarci della musica...

Ma sbaglieremmo. Small Craft On A Milk Sea è infatti un perfetto compendio degli ultimi trent'anni di Eno productions, con qualche sorpresa in più. Un viaggio strumentale che inizia con la delicatezza di Emerald and Lime, prosegue con i paesaggi austeri della title track ma poi infila una sequenza mozzafiato di brani elettronici incalzanti e minacciosi, da Horse a 2 Forms of Anger, fino alla chitarra rabbiosa di Paleosonic, come se Hendrix suonasse su una base dubstep... Notevole. Poi il clima si placa e agli echi di Nerve Net subentrano quelli di Shutov Assembly e di Music For Films, per una sequenza di trasognati bozzetti ambient che ha il suo culmine nella conclusiva Late Antrophocene, l'unico brano che non avrebbe sfigurato in On Land.

 

 Luca Perlini