On Air Stiamo trasmettendo:
Selezione Musicale

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



ELUVEITIE Helvetios

Anno di pubblicazione: 2012

Provenienza: Svizzera

Genere: Folk Metal

Voto: ****1/2

Brano migliore: Helvetios, Luxus, The Uprising

 

Gli Eluveitie arrivano al sesto album, e lo fanno con una classe invidiabile: dal 2003, quando uscì Ven, non sbagliano un colpo e in ogni disco c'è almeno una chicca che, da sola, varrebbe il prezzo deliro lavoro. Helvetios punta il dito sulle origini degli Eluveitie, il loro vivere dove prima vivevano popolazioni antiche e guerriere, celebrate proprio in uno dei migliori pezzi fra i 17 che compongono l'album: Helvetios è la title track, la prima canzone vera e propria dopo il prologo e una bomba pronta ad esplodere. I nove musicisti svizzeri (anzi, elvetici) infilano in pezzo dopo l'altro: Luxos e Home hanno la maestosità cui ci hanno abituati, in quel misto fra folk e metal che sta avendo il suo periodo d'oro da un po' di tempo a questa parte, Neverland diventa quasi poetica e A Rose For Epona vince il premio per le ballad, fra tutti i dischi che gli Eluveitie hanno composto, mentre Tillianum ci riporta indietro di peso fino al tempo in cui gli antenati dei nostri andavano in guerra con gli spadoni (e magari non tornavano nemmeno). Un altro capitolo degli Eluveitie che si conclude con un voto più che positivo.

 

Assomiglia a: la Cavalcata delle Valchirie un attimino più distorta

Dove ascoltarlo: In qualche vallata, con uno spadone e qualche morto accanto. Che avete fatto fuori voi, ovvio.

 

 Valentina Ceccatelli