On Air Stiamo trasmettendo:
Marco Monzali

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Ezra Furman – Perpetual Motion People

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: U.S.A.

Genere: glam rock

Voto: ***1/2

Brano migliore: Hour Of Deepest Need


Commento: Perpetual Motion People è il più colorato, sfavillante, caciarone monolite glamour che vi sia capitato di ascoltare negli ultimi quindici anni. Ezra Furman è un ragazzo prolifico, dotato di un infallibile fiuto in fatto di melodie pop. E qui gioca benissimo tutte le proprie carte, mettendoci energia (certo), furbizia (ovvio), ma anche dimostrando di essere capace di scrivere ballate torcibudella, come nemmeno il più navigato degli Ian Hunter (Hour Of Deepest Need è la pietra dello scandalo, che spedisce Bob Dylan, direttamente e senza passare dal via, a comprarsi un boa di piume di struzzo). Ti verrebbe la voglia di stroncare un disco come questo, perché il kitsch così spinto non è mai un buon segnale (anche se Freddie Mercury ci ha forgiato un'intera carriera), poi però ti trovi a battere il piedino per canzoni come Lousy Connection o Wobbly. A quel punto è troppo tardi. Sei in trappola.


Assomiglia a: Tom Robinson Band, Mott The Hoople, Ian Dury

Dove ascoltarlo: in un salone di bellezza

 Lorenzo Allori