On Air Stiamo trasmettendo:
Marco Monzali

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Flying Colors – Second Flight: Live At 27

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: U.S.A.

Genere: progressive rock

Voto: ***

Brano migliore: Peaceful Harbor


Commento: Gli Americani (per fortuna) ci hanno quasi del tutto risparmiato la retorica prog degli anni '70, ma poi si sono ripresi con gli interessi. I Flying Colors sono l'ennesimo supergruppo americano di area prog / classic rock (con membri di Dream Teather, Deep Purple, Kansas, Spock's Beard ecc.). Rispetto ad altri progetti del genere, puntano ad allungare brani classicamente rock, più che a comporre inconcludenti suite lunghe 30 minuti. Forse è merito della sempre raffinata chitarra di Steve Morse o forse è semplicemente una strategia per strizzare l'occhio alle charts di Billboard. Resta il fatto che la band riesce bene, anche in questo suo secondo album dal vivo (triplo - 2 cd e 1 dvd), soprattutto quando dimentica i tecnicismi fini a se stessi e si lascia vincere dall'emozione. Talvolta il sound ricorda addirittura certe jam band della seconda o terza ondata, con interessanti soluzioni elettroacustiche. Ecco perché io preferisco brani come Open Up Your Eyes o come la ballata Peaceful Harbor al posto della gara a chi ce l'ha più lungo (il manico della chitarra).


Assomiglia a: Spock's Beard, Kansas, Umphrey's McGhee

Dove ascoltarlo: a casa dell'unico vostro amico delle superiori che comprò una doppio manico per imparare a suonare la chitarra.

 Lorenzo Allori