On Air Stiamo trasmettendo:
Gas Station con Capitan Uncino

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



PHOSPHORESCENT Muchacho

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: U.S.A.

Genere: country rock "modernista"

Voto: ***1/2

Brano migliore: The Quotidian Beasts


Commento: Matthew Houck è uno degli autori più interessanti del nuovo country rock americano. Pur essendo originario di New York City, il suo interesse è sempre stato quello di rivestire con suoni più moderni la grande tradizione musicale del sud degli Stati Uniti (un po' come hanno fatto in passato Bonnie Prince Billy o Bright Eyes). Questo Muchacho parte con un coro in stile Fleet Foxes sopra un tappeto di ritmiche sintetizzate (Sun, Arise! - An Invocation, An Introdution), si sposta poi su territori affini al Bruce Springsteen di Tunnel Of Love o Human Touch (Song For Zula) e poi ancora effettua un bel tuffo nel soul di Memphis (Ride On / Right On), il tutto con estrema fluidità e naturalezza. Dalla penna di Houck escono poi gioiose sarabande fiabistiche (A Charm / A Blade), ballate dolenti (Muchacho's Tune) ed un paio di colpi da maestro come A New Anhedonia e The Quotidian Beasts. Se questa è l'apertura di un'ennesima nuova strada fino al cuore del country rock, vale la pena di percorrerla quella strada. Fino in fondo.

Assomiglia a: vedi sopra.

Dove ascoltarlo: in un ristorante tex mex di Brooklyn.

 Lorenzo Allori