On Air Stiamo trasmettendo:
Spazio Progressive

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Periphery – Juggernaut: Alpha & Omega

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: U.S.A.

Genere: metal

Voto: ***1/2

Brano migliore: Stranger Things


Commento: quella strana mistura di death metal, metalcore e prog rock denominata "djent" ha da qualche anno nei Periphery (dalla sempre fiorente scena di Washington D. C.) una delle band di riferimento. Accentuando il lato progressivo della propria musica, i Periphery hanno realizzato un monumentale doppio album (i cd vengono venduti separatamente con anche dei bonus in dvd) in cui danno sfogo, come mai prima d'ora, a tutte le loro variegatissime influenze. Tra i due album, si lascia preferire sicuramente il secondo, anche se ci sono dei difetti e dei pregi ben individuabili in entrambi. Se brani come Graveless o Hell Below mostrano decise influenze fusion anni '70 e Omega è una suite che inizia con un solo di piano jazz per poi evolversi in mille altri sentieri, hanno invece un effetto decisamente straniante e di ormai troppo netta contrapposizione le parti cantate in growl o certe sfuriate metalcore della sezione ritmica. Per amare e suonare il metal occorre rimanere sempre un po' bambini ed i Periphery sembra che abbiano invece deciso di diventare adulti.

 

Assomiglia a: Meshuggah, TesseracT, Tool

Dove ascoltarlo: dentro a un frullatore.

 Lorenzo Allori