On Air Stiamo trasmettendo:
Selezione Musicale

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



ROY HARPER Man And Myth

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: Gran Bretagna

Genere: folk

Voto: ****

Brano migliore: Heaven Is Here


Commento: Roy Harper è una leggenda vivente del folk britannico. Del resto non si diventa per caso punto di riferimento pubblico di band come Led Zeppelin e Pink Floyd. Gli album dei primi anni '70 di Roy sono semplicemente dei capolavori che il tempo non è riuscito a scalfire e che avrebbero meritato senz'altro miglior fortuna commerciale. Oggi Roy Harper torna in scena facendosi produrre dal mago del "passatismo" americano Jonathan Wilson. I primi due brani del disco lasciano presagire una prova scialba, come spesso avviene alle "vecchie glorie"; da lì in poi invece il cammino diventa sicuro e sontuoso, con un paio di brani che ci ricordano i bei tempi andati (January Man, The Stranger), un bel motivetto pop rock condito dalle caratteristiche evoluzioni chitarristiche di un certo Pete Townshend (Cloud Cuckooland), un'odissea folk degna della miglior Incredible String Band (Heaven Is Here) ed una conclusione degna dei migliori Pink Floyd (The Exile). Che dire? Quest'uomo se ne frega delle mode e delle convenzioni e tira fuori dal cilindro l'ennesimo grande album. Senza la falsa partenza avrebbe raccolto il bottino pieno.


Assomiglia a: vedi sopra. Comunque uno dei pregi di Roy Harper è quello di risultare immediatamente riconoscibile dopo pochi istanti.

Dove ascoltarlo: nella foresta incantata del Dio Pan.

 Lorenzo Allori