On Air Stiamo trasmettendo:
Nightswimming con Marco Monzali

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



STEVE GUNN - Time Off

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: U.S.A.

Genere: acid folk

Voto: ***

Brano migliore: Street Keeper


Commento: Vecchio collaboratore del ben più famoso Kurt Vile, Steve Gunn è evidentemente ossessionato dall'acid folk dei favolosi anni '60. In questo suo quarto album solista, il chitarrista, cantautore newyorkese inserisce sei composizioni medio - lunghe che profumano di incenso e di "peace and love". Gli indizi ci sono tutti: dall'utilizzo di flauti e tamburelli vari, ad una chitarra solista scampanellante come si conviene e con un solismo decisamente modale. Nella copertina interna una bella serie di "cineserie" ci ricorda come San Francisco sia da sempre la capitale mondiale di questo tipo di musica. Alcune belle composizioni, ma anche due scivoloni evidenti come New Decline e lo strumentale letargico Trailways Ramble.


Assomiglia a: ad una gigantesca jam tra Country Joe McDonald, Jerry Garcia, Donovan e l'Incredible String Band.

Dove ascoltarlo: in una caffetteria cinese.

 Lorenzo Allori