On Air Stiamo trasmettendo:
Nigthswimming con Claudio Biancalani

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Swervedriver – I Wasn’t Born To Lose You

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: Gran Bretagna

Genere: shoegaze, alternative rock

Voto: ***

Brano migliore: Lone Star


Commento: All'inizio degli anni '90 gli Oxfordiani Swervedriver ci regalarano un paio di grandi album (per me resta indimenticabile il loro esordio, intitolato Raise, uscito nel 1991). Furono inseriti giustamente nel filone del pop rock britannico definito shoegaze, ma con dei debiti piuttosto evidenti a certo alternative rock americano di fine anni '80. Dopo ben diciassette anni dal loro ultimo album, gli Swervedriver ci riprovano ed era oggettivamente abbastanza facile aspettarselo, dal momento che lo shoegaze è tornato di grande attualità negli ultimi anni (soprattutto nel ricco mercato americano). Ecco dunque la scusa per effettuare un interminabile tour nel Nuovo Mondo ed ammucchiare qualche soldo: dieci canzoni grintose e ad alto voltaggio elettrico. Lo stile è rimasto immutato, ma l'ascolto scivola via veloce senza lasciare tracce indelebili. Questo suono un tempo era inaudito. E' divenuto però la versione oggi più gettonata della psichedelia.


Assomiglia a: all'esatto incrocio tra Ride e Dinosaur Jr.

Dove ascoltarlo: nell'assolato deserto del Texas.


 Lorenzo Allori