On Air Stiamo trasmettendo:
Eighties

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



TYLER BRYANT & THE SHAKEDOWN Wild Child

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: U.S.A.

Genere: hard rock, classic rock

Voto: ***1/2

Brano migliore: Lipstick Wonder Woman


Commento: di questi ragazzini sentiremo ancora parlare e non perché il loro chitarrista, Graham Whitford, è figlio di uno dei membri storici degli Aerosmith. Tyler Bryant & Co. provengono dal Texas e la loro musica prevede alcune delle suggestioni classiche presenti nella scena country blues dello stato della stella solitaria, ma qui tutto viene bagnato nel sacro furore dell'hard rock più sanguigno. Non c'è un attimo di respiro in queste dodici canzoni (forse solo il blues finale di Poor Boy's Dream concede un minimo di quiete), con grande dispendio di chitarre slide, cori, melodie street rock e whiskey a litri e litri. Non è certo un disco che vuole battere una via innovativa, questo Wild Child, ma la direzione intrapresa viene seguita con convinzione nei propri mezzi e conoscenza del vocabolario "giusto". L'ho già ascoltato tre volte ed ho voglia di risentirlo dall'inizio. Buon segno.

Assomiglia a: ai primissimi Aerosmith, ai Cactus ed un pizzico anche ai Guns N'Roses di Use Your Illusion.

Dove ascoltarlo: nel cortile di un carcere durante l'ora d'aria.

 

 Lorenzo Allori