On Air Stiamo trasmettendo:
Slow Emotion

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Titus Andronicus – The Most Lamentable Tragedy

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: U.S.A.

Genere: punk rock, classic rock

Voto: **1/2

Brano migliore: Fired Up


Commento: Il movimento punk, narra la leggenda, nacque per mandare in pensione i musicisti progressive. Ben presto però i punk rockers, che sanno essere ambiziosi come qualsiasi altro essere umano, iniziarono a cercare di complicare il loro semplice rock in 4/4. Già nel 1984 gli Husker Du regalarono al mondo un concept meraviglioso su doppio album (Zen Arcade) e su su ci sono diversi altri esempi esempi, fino alle recenti trasformazioni in senso progressivo di Trail Of Dead ed At The Drive In (leggere alla voce Mars Volta). I Titus Andronicus, nati come gruppo di area indie folk e convertitisi sempre di più al punk rock, sono ambizioni fin dal nome, preso dal titolo di una famosa tragedia di Shakespeare. Qui addirittura realizzano un melodramma in cinque atti, cimentandosi addirittura in lunghe ed oltremodo tediose parti strumentali (More Perfect Union), in intermezzi silenziosi ([Intermission]) ed in molti altri trucchi narrativi che hanno caratterizzato il rock nei suoi decenni d'oro. Nel mazzo ci sono anche le cover di I Lost My Mind (Daniel Johnston) e di A Pair Of Brown Eyes (The Pogues). Evidentemente c'è chi può permettersi di essere ambizioso e chi non può. I Titus Andronicus al quarto album ancora non possono e forse quindi non potranno mai.


Assomiglia a: Flogging Molly, The Gaslight Anthem

Dove ascoltarlo: nel più vicino teatro parrocchiale.

 Lorenzo Allori