On Air Stiamo trasmettendo:
Notiziario

Parola di DJ
Siamo tornati! Stamani riprendono le trasmissioni consuete di RADIO GAS

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Ulver – The Assassination Of Julius Caesar

Anno di pubblicazione: 2017

Provenienza: Norvegia

Genere: dark wave

Voto: ****

Brano migliore: Coming Home


Commento: La scena black metal scandinava ha spesso flirtato con l'elettronica, spesso di matrice ambient. Il motivo è ovvio: risulta impossibile spostare oltre un certo limite il terrorismo sonoro. Gli Ulver giungono, dopo un lungo ed apprezzabile cammino di avvicinamento, secondo me esattamente al punto dove volevano giungere. E non è cosa da poco, poiché spesso le ambizioni di queste band sono frustrate da una base fan intransigente e da limiti musicali e tecnici insormontabili. The Assassination Of Julius Caesar è un piccolo gioiello dark wave, ma è anche di difficilissimo inquadramento. Certamente è ispirato a certo electro pop molto oscuro, anche contemporaneo, ma dentro vi possiamo trovare elettronica, passaggi industrial ed ogni tanto degli assoli di sax in puro stile avant jazz (Nik Turner e Dag Stiberg). Prendiamo ad esempio So Falls The World: la canzone inizia con strofe e ritornelli neo prog e viene infine squassata e rivoltata come un calzino da un assalto quasi techno. Completa la meraviglia un artwork bellissimo, con un particolare del Bernini in copertina e varie foto che raccontano le sfaccettature del tradimento e la caduta fragorosa di alcuni potenti.


Assomiglia a: Christian Death, Cold Cave, Archive

Dove ascoltarlo: in Via dei Fori Imperiali

 Lorenzo Allori