On Air Stiamo trasmettendo:
Day Dream con Luca Di Sano

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Referendum Radiogas 2021

   Ecco i risultati del refefendum interno di Radiogas
  MIGLIOR ALBUM INTERNAZIONALE

1) UNKLE “Ronin 1”


 

2) ADELE “30”, DAMON ALBARN “The Nearer The Mountain, More Pure The StreamFlows”, BLACK KEYS “Delta Kream”, IDLES “Crawler”, ED SHEERAN “=” e VOLBEAT “Servant of the Mind”, 

8) NICK CAVE & WALTER ELLIS “Carnage”, DRY CLEANING “The New Long Leg”, IRON MAIDEN “Senjutsu”, KILLERS “Pressure Machine” e PASSENGER “Songs for the Drunk and BrokenHearted”

Il nostro referendum annuale si apre con una grossa sorpresa proprio nella categoria più importante. Sorpresa di qualità, è bene dirlo subito, perché questo album-non album (sostanzialmente infatti è un mixtape) del progetto di James Lavelle è l’ennesima conferma dello spessore artistico del marchio Unkle. Una vittoria ottenuta innanzitutto contro due colossi del mainstream come Adele e Ed Sheeran, i grandi favoriti della vigilia, ma anche superando altri lavori di eccellente fattura come quello dei Black Keys e quello dei Killers (il mio preferito in assoluto del 2021). Altra menzione d’onore ai Dry Cleaning, debuttanti dell’anno, ma di loro parlerò diffusamente più sotto.

ALBO D’ORO – 2007 Radiohead “In Rainbow” 2008 SigurRos “MeoSuo I Eyrvumuld” 2009 Pearl Jam “Backspacer” 2010 Peter Gabriel “Scratch My Back”/Bruce Springsteen “The Promise” 2011 Adele “21” 2012 Bruce Springsteen “Wrecking Ball” 2013 David Bowie “The Next Day” 2014 Foo Fighters “Something From Nothing” 2015 Blur “The Magic Whip” 2016 David Bowie “Blackstar” 2017 Depeche Mode “Spirit”/Gorillaz “Humanz” 2018 Ben Harper & Charlie Musselwhite “No Mercy in This Land” 2019 Bruce Springsteen “Western Stars” 2020 Bruce Springsteen “Letter to You”


MIGLIOR ALBUM ITALIANO

 

1)CAPAREZZA“Exuvia”

  IOSONOUNCANE“Ira”


 

3) COLAPESCE & DI MARTINO "I Mortali", COSMO "La Terza Estate dell'Amore", MANESKIN "Teatrod'Ira - Vol. 1", MOTTA "Semplice" e PREMIATA FORNERIA MARCONI "I Dreamed of Electric Sheep"

Ogni anno c'è almeno un verdetto del nostro referendum che non condivido e stavolta proviene dalla categoria degli album italiani. Cagarezza proprio non lo reggo, la sua musica mi disturba proprio a livello fisico e, ahinoi, è già la terza volta che mi tocca registrarne la vittoria. Oddio, cè di peggio a giro, di molto peggio però... Più digeribile l'ex-aequo di Iosonouncane, adorato dalla critica e apprezzato da molti nostri conduttori. Il suo album precedente mi era piaciuto, questo l'ho trovato francamente noioso. Poca roba anche dietro, dagli stupidiniColapesce& Di Martino a quei gran bolliti della PFM.

ALBO D'ORO - 2007 Cristina Donà "La Quinta Stagione"/Gianna Nannini "Grazie"/Franco Battiato "Il Vuoto" 2008 Baustelle "Amen" 2009 Il Teatro degli Orrori "A Sangue Freddo"/Dente "L'Amore Non è Bello" 2010: A Toys Orchestra "MidnightTalks" 2011 Caparezza "Il Sogno Eretico" 2012 Il Teatro degli Orrori "Il Mondo Nuovo" 2013 Baustelle "Fantasma" 2014 Fabi Silvestri Gazzè "Il Padrone della Festa" 2015 MaxGazzè "Maximilian" 2016 Daniele Silvestri "Acrobati" 2017 Caparezza "Prisoner 709"/Bobo Rondelli "Anime Storte"2018 A Toys Orchestra "Lub Dub" 2019 Vinicio Capossela "Ballate per Uomini e Bestie" 2020 Francesco Bianconi "Forever"

MIGLIOR BRANO INTERNAZIONALE

1) IDLES "The BeachlandBallroom"

2)DAMON ALBARN "Polaris",

BLACKKEYS "CrawlingKingsnake"

SAM FENDER "SeventeenGoing Under"

GRETA VAN FLEET "HeatAbove"

KILLERS "Quiet Town"

PUBLIC SERVICE BROASCASTING "People Let Dance"

Dopo i Fontaines D.C., gli Idles a conferma che il post-post-punk (o come diavolo lo vogliamo chiamare) è senz'altro il sottogenere di gran lunga più interessante di questi ultimissimi anni. Più punk e meno dark dei colleghi irlandesi, l'incazzosa band di Bristol (sì, proprio la patria del trip-hop) s'impone con uno dei loro pezzi meno frenetici tratto dal loro recentissimo "Crawler"

MIGLIOR BRANO ITALIANO

 

1)COLAPESCE & DI MARTINO"

MusicaLeggerissima"

 

MANESKIN "

Zitti e Buoni" 

 

VASCO ROSSI

"Siamo Qui"

Qui c'erano tre favoriti ed è finita che sono arrivati tutti e tre primi a pari merito. A cominciare dal vanziniano pezzo di Colapesce& Di Martino che sembra tirato fuori da una edizione del Cantagiro per finire all'Eterno Vasco da Zocca con quella che è la sua migliore traccia degli ultimi traballanti anni. E nel mezzo il brano per eccellenza del 2021, quello che è riuscito a trionfare laddove la Juve ha sempre fallito, ovvero in Europa. Viva i Maneskin, Viva l'Italia!

ALBO D'ORO - 2007 Cristina Donà "Universo"/Marlene Kuntz "Uno" 2008 Jovanotti "A Te"/Baustelle "Charlie fa Surf" 2009 Franco Battiato "Inneres Auge" 2010 Litfiba "Sole Nero"/Zucchero "E' un peccato morir" 2011 Jovanotti "Ora"/Verdena "Scegli Me" 2012 Afterhours "Padania"/Niccolò Fabi "Una Buona Idea" 2013 Elisa "L'Anima Vola" 2014 Fabi Silvestri Gazzè "L'Amore non Esiste" 2015 MaxGazzè "La Vita com'è"/Iosonouncane "Stormi" 2016 Zen Circus "L'Anima non Conta" 2017 Caparezza "Ti fa stare bene" 2018 Maneskin "Torna a Casa"/Thegiornalisti "Felicità Puttana"/Zen Circus "Catene" 2019 Franco Battiato "Torneremo ancora"/Achille Lauro "RollsRoyce" 2020 Francesco Bianconi "Certi Uomini"

 

MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE INTERNAZIONALE

 

1) DRY CLEANING e INHALER

 

I Dry Cleaning intanto: "The New Long Leg" è la migliore opera prima dell'anno, un po' post-punk e un po' Patti Smith (o Ian Curtis, se preferite). Vittoria strameritata. Sorpresa invece per gli Inhaler del figlio di Bono Vox, interessanti ma non fulminanti.

ALBO D'ORO: 2007 non assegnato 2008 Fleet Foxes/Amy MacDonald 2009 Get Well Soon/Gossip 2010 non assegnato 2011 Anna Calvi/Laura Marling 2012 Of Monsters and Men 2013 Lorde 2014 Blues Pills/18+/George Ezra/Temples 2015 Algiers/Benjamin Clementine 2016 non assegnato 2017 non assegnato 2018 Greta van Fleet 2019 Billie Eilish 2020 non assegnato

 

MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE ITALIANO

 

1) EMMA NOLDE

 

Categoria particolare, questa degli emergenti italiani, da sempre caratterizzata da una forte dispersione dei voti. Stavolta si è imposta questa ragazza di S.Miniato che per certi versi mi ricorda, per stile e senso dell'ironia, Levante. Spero che non deluda le attese.

ALBO D'ORO - 2007 AToys Orchestra/Ministri 2008 Gran Progetto/Le Luci della Centrale Elettrica 2009 Dente 2010 Dente/Esterina/PietMondrian/Ufomammut2011 I Cani 2012 Il Cile/Sycamore Age/Thony 2013 Levante 2014 Omosumo 2015 Iosonouncane 2016 Thegiornalisti 2017 La Rappresentante di Lista 2018 Maneskin 2019 The Andre 2020 Fulminacci/Pinguini Tattici Nucleari

 

MIGLIOR ALBUM DI TUTTI I TEMPI

 

1) PINK FLOYD "The Dark Side of the Moon"

2) GENESIS "Foxtrot"

3) BEATLES "White Album"

   MILES DAVIS "Kind of Blue"

5) CLASH "LondonCalling"

  GENESIS "SellingEngland by the Pound"

  JOY DIVISION "UnknownPleasures"

  KING CRIMSON "Islands"

  METALLICA "Ride the Lightning"

  NIRVANA "Nevermind"

 

La scheda del referendum quest'anno conteneva una domanda supplementare, quella sui migliori album "all-time" (termine che un nostro ascoltatore ci ha giustamente suggerito di cambiare in "di tutti i tempi"). Il numero ristretto di preferenze a disposizione (appena cinque) ha sicuramente influito sull'esito finale, che vede delle assenze clamorose (come si fa a non inserire in una classifica così "OK Computer"?), ma non sul vincitore, pressochè scontato. Dark Side è veramente l'album più bello di tutti i tempi? Personalmente non credo (e non l'ho neanche votato) ma è sicuramente il più iconico, visti anche i dati delle sue vendite e di permanenza in classifica in questi 48 anni di esistenza. Foxtrot vince il campionato interno della Lega Genesis come similmente fa il White Album nella Coppa FabFour ma la palma della rivelazione spetta sicuramente a "Kind of Blue". Chi l'avrebbe mai detto che un album di jazz del 1959 arrivasse terzo?

N.B.: La stessa domanda è stata rivolta ai nostri follower, in questi giorni pubblicheremo i risultati.

 
  Marco Monzali