On Air Stiamo trasmettendo:
Slow Emotions

Parola di DJ
Le nostre trasmissioni consuete sono riprese da oggi dopo la pausa natalizia

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



William Bell – This Is Where I Live

 Anno di pubblicazione: 2016

Provenienza: U.S.A.

Genere: soul

Voto: ***1/2

Brano migliore: I Will Take Care Of You

Commento: Negli anni ’60 la Stax di Memphis era una sorta di grande famiglia allargata. C’erano musicisti poco affermati, capaci però di suonare o di fare gli autori di successo per i grandi nomi dell’etichetta. William Bell era uno di questi. Ha lasciato poche tracce personali, ma seppe scrivere un pezzo immortale come Born Under A Bad Sign, inciso dall’autore come singolo nel 1969, ma che soprattutto venne ripreso con successo da gente come Albert King e The Cream. Con il ritorno al successo del soul sudista, anche il marchio Stax è rispuntato in bella vista sugli scaffali virtuali e non. William Bell è dunque ritornato a fare quello che sa fare meglio: scrivere belle ballate soul e cantare con una voce dal timbro simile a quello di Solomon Burke, anche se molto più misurata e carezzevole. This Is Where I Live ci restituisce un artista vitale e dalla classe inossidabile. Quasi dimenticavo: c’è pure una nuova versione di Born Under A Bad Sign.

Assomiglia a: vedi sopra (e sto parlando soprattutto del Solomon Burke prodotto da Joe Henry).

Dove ascoltarlo: in una pelletteria alla moda.

 Lorenzo Allori