On Air Stiamo trasmettendo:
Marco Monzali

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Willie West – Lost Soul

Anno di pubblicazione: 2014

Provenienza: U.S.A.

Genere: soul

Voto: ***

Brano migliore: Cold In The Storm


Commento: Questo è il classico ed orgasmico album soul degli anni '60, fatto per giunta da un grande ed ignoto veterano della scena rn'b di New Orleans. Non aspettatevi storie di lupi mannari, vampiri, congas od oscuri sospiri voodoo. Willie West fa del classicismo soul. Solo quello. Ma lo fa con un'attitudine rilassata e perfino un po' cafona, che non ascoltavo davvero da un bel po'. Dite che il soul parla di Selma, dei diritti civili violati, oppure deve almeno far muovere il culo come quello di James Brown? Beh, Willie West ci ricorda quanto poteva essere caldo e sexy il soul commerciale della Atlantic o di certi dimenticati eroi del '45 giri. E' solo soul, ma a noi piace.


Assomiglia a: Otis Redding, Solomon Burke.

Dove ascoltarlo: sotto una tettoia, durante un'umida e piovosa mattinata primaverile.

 Lorenzo Allori