On Air Stiamo trasmettendo:
Spazio Progressive

Parola di DJ
Le trasmissioni consuete di RADIO GAS riprenderanno regolarmente lunedì 31 Agosto. In loro sostituzione andranno in onda le nostre selezioni musicali.

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



I GATTI PERSIANI

Regia: Bahman Ghobadi

Cast: Negar Shaghaghi, Ashkan Koohzad, Hamed Behdad, Ashkan Koshanejad, Hichkas

Genere: Drammatico

Durata: 106'

Chi avrebbe mai immaginato che la scena musicale iraniana fosse così viva, variegata e originale? Sicuramente non io prima di aver visto questo film.La pellicola di Baham Ghobadi ci racconta una Teheran segreta fatta di scantinati insonorizzati simili a bunker antiatomici, di soffitte e stalle trasformate in sale prova e di studi di registrazione ricavati da cantine, perché è così, infatti, che i giovani iraniani sono costretti ad arrangiarsi pur di dare libero sfogo alla loro passione per la musica.Condannati a restare segregati dal mondo esterno, come gatti e cani che in Iran a causa delle proibizioni del regime non possono essere portati fuori, questi musicisti in erba non rinunciano però al sogno di formare una band e di suonare in giro per il mondo. 

 
Al centro della storia del regista Ghobadi c'è infatti una giovane coppia decisa a metter sù un gruppo rock per esibirsi nei festival musicali europei, l'impresa di Ashkan e Negar non si rivelerà però semplice perché nel paese di Ahmadinejad le donne non possono cantare, la musica occidentale è severamente proibita, ogni opera o iniziativa culturale deve ricevere in partenza un'autorizzazione governativa e i documenti di viaggio sono difficilissimi da ottenere.

La ricerca di Ashkan e Negar di musicisti e passaporti permette al regista di descrivere con efficacia Teheran e il suo mondo underground attraverso un susseguirsi di immagini frantumate che fondendosi con la colonna sonora danno al film il ritmo del videoclip. Al centro del racconto di Ghobadi «basato su fatti, luoghi e persone realmente esistenti» c'è il coraggio di questi giovani che cercano di resistere come possono a un regime teocratico che vuole impedire loro di esprimersi, regime che però si dimostra incapace di mettere a tacere i loro sogni e la loro speranza nel futuro.
 Claudia Bucci