On Air Stiamo trasmettendo:
Spazio Progressive

Parola di DJ
Le trasmissioni consuete di RADIO GAS riprenderanno regolarmente lunedì 31 Agosto. In loro sostituzione andranno in onda le nostre selezioni musicali.

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



MANOLETE Menno Meyjes

Regia: Menno Meyjes

Anno: 2007

Nazione: Spagna/Regno Unito/USA/Francia

Durata: 92 min



Il film che sto per raccontarvi, se vogliamo è abbastanza banale. Trattasi della storia di Manolete, soprannome con cui veniva chiamato il torero Manuel Rodriguez Sanchez, interpretato da Adrien Brody. In particolare si narra della tormentata storia d'amore del protagonista con la bella attrice messicana Antonia Brochalo, in arte Lupe Sino, i cui panni sono magistralmente vestiti da Penelope Cruz.
La storia, ambientata tra il 1940 e il 1947, è realmente accaduta: l'amore del torero per l'attrice venne fortemente osteggiato dal regime franchista, perché considerato scandaloso.

La narrazione avviene ad intervalli, flash back continui tra incontri passionali e le avventure del torero, fino al momento in cui viene rappresentata l'ultima corrida e la morte di Manolete. Ciò che realmente ha attratto la mia attenzione è stata la capacità di rappresentare la cultura e la storia di un paese come la Spagna. Soprattutto un resoconto di ciò che la Corrida rappresenta. Il film, infatti, riesce a spiegare la logica e il sentimento che si innesca tra il torero e il toro, mentre combattono: una danza squilibrata tra la morte e la vita.

Pur non essendo una sostenitrice di tale arcana tradizione, sono riuscita a comprendere, in parte, la strana magia di questa tauromachia. Le ambientazioni sono spettacolarmente veritiere e per 92 minuti siamo letteralmente catapultati nella Spagna degli anni '40

 Lisa Biancalani