On Air Stiamo trasmettendo:
Gas Station con Alessandro Pianti

Parola di DJ
Le trasmissioni consuete di RADIO GAS riprenderanno regolarmente lunedì 31 Agosto. In loro sostituzione andranno in onda le nostre selezioni musicali.

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



SUBSONICA LIVE @ Viper Theatre Firenze

SUBSONICA : IL GRUPPO DELLA PORTA ACCANTO

Quando la gente impazzisce per te e per la tua musica, cerchi di accontentarla infilandola in una megastruttura comoda per gli spazi ma tremenda per la qualità dell'ascolto, dove il mare di teste della gente dondola fino a perdita d'occhio.

Poi pensi che probabilmente quei poveracci persi, per esempio, sull'ultimo anello del palazzetto di Torino non hanno visto che delle macchioline agitarsi sul palco, e non si sono goduti poi tanto quel concerto, quel momento di comunicazione, quel flusso di energia.

Con questa idea in testa i 5 piemontesi prendono una serie di appuntamenti con i propri fan pensando solo a loro, e si limitano ai club come il Viper Theater, dove proprio tutti si possano gustare appieno il momento, dove "ci si puo' guardare in faccia", dicono loro dal palco.

Per Firenze il doppio appuntamento al Viper è doppiamente sold-out, come tutti ci aspettavamo, i Subsonica si presentano a questo tour pubblicando una raccolta di successi tratti dal loro primo decennio di vita artistica, un "greatest hits" (Nel Vuoto Per Mano) impreziosito dal nuovo singolo "Il Vento", e la scaletta rispecchia questa volontà di riproporre i singoli di una carriera concreta, la migliore in assoluto nel panorama indipendente italiano.

Il concerto è strutturato in 2 tempi (con cambio d'abito!) + 2 bis, prima tutti in nero per un approccio più canzoniero, anche con un paio di interventi di chitarra acustica, e poi tutti in casacca bianca per l'esplosione di una elettronica per lunghi tratti tendente alla disco.

A differenza del passato, la scenografia è molto scarna, anzi inesistente : le luci sono bianche e lo sfondo completamente nero, ci sono solo la band e la musica, e lo spettacolo lo fanno loro saltando, ballando, incitando il pubblico che soffre il caldo soffocante ma esce felice dopo 1ora e 45min di spettacolo.

Grande impatto ritmico per i Subsonica, nel rispetto della loro indole, in primo piano voce (Samuel) e batteria (Ninja) condite con poche sequenze registrate, il solito Boosta alle tastiere su molla, il basso chirurgico e profondo (Vicio) e il cervello della band, Max alla chitarra elettrica. Viene voglia di muoversi, non c'è frase migliore, per descrivere il mood del concerto, di quella che Samuel pronuncia in una loro canzone: "Tutto si muove, non riesco a stare fermo! ".

Ottima prova, quindi, e approccio coraggioso alla performace, con la sicurezza di un gruppo che presenta, come dicevamo, uno spettacolo senza fronzoli, senza distrazioni: è la sensazione di quello che potremmo sentire ascoltandoli in sala prove...

Fa piacere inoltre notare che l'età del pubblico in sala è abbastanza varia, ci sono i giovanissimi ma ci sono anche quelli che erano giovanissimi quando i Subsonica regalavano singoli come "Istantanee" o "Radioestensioni" ai frequentatori delle discoteche rock, quindi i fan di vecchia data non si sono persi nel tempo!

Unica pecca, a nostro avviso, il lavoro del fonico di sala, una ragazza ha commentato all'uscita: "Mi sono divertita, ma non si sentiva un cazzo!". Da segnalare infine il dichiarato impegno della band contro il nucleare e a favore dell'energia sostenibile.

 

Ecco la scaletta del 20/11/2008 (grazie Sara):

PIOMBO DUB

COSE CHE NON HO

VELENO

AURORA SOGNA

COLPO DI PISTOLA

LIBERI TUTTI

DENTRO I MIEI VUOTI

IL VENTO

CORPO CELESTE

STRADE

DISCO LABIRINTO

NUVOLE RAPIDE

ALI SCURE

CENTRO DELLA FIAMMA

DJ

NUOVA OSSESSIONE

GLACIAZIONE

ACTIVATOR

ULTIMA RISPOSTA

Ax e Andy (per De Vulgari Eloquentia)