On Air Stiamo trasmettendo:
Musica Italiana

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Samuele Bersani @ Saschall

Martedì 13 aprile SASCHALL-FIRENZE

 

 Bel concerto, piacevole, 2 ore e mezza (divise in due tempi seguiti dall'immancabile "rientro") senza quasi accorgersene . Un concerto molto più adatto all'intimità di un teatro che non alla grandezza e alla pochezza acustica del Saschhall (vecchio problema l'acustica del Saschhall...) che ha rovinato più di una serata! Un concerto molto più di "cuore" che di tecnica, com'è giusto che sia. Un concerto dove Samuele Bersani mette a nudo la sua anima, ringraziando tecnici, facchini, personale non visibile. Una band discreta che fa quello che deve fare per metter in evidenza quest'anima intimista del "nostro", ma che in qualche caso la sovrasta col suo volume facendo perdere qualcosa (ma solo a chi non conosce a memoria tutti i testi!).

Un brano da solo alla tastiera, un altro con il tastierista, meglio, molto meglio che con la band... GIAMPIERO GRANI tastiere... TONY PUJIA chitarre... DAVIDE BEATINO basso... MARCO ROVINELLI batteria... ANDREA PISTILLI chitarre... con loro e con altri ha registrato 8 dischi in 18 anni .
Il leggio come uno specchio della sua anima, dato che, testuale, dice di non ricordarsi le sue troppe parole. E ci scherza sopra, come quando racconta la sua visita dall'otorino che gli ha rivelato che in effetti... non sa respirare! Per questo sui testi asterischi ed altri simboli gli ricordano dove e quanto deve farlo.

Una scenografia altrettanto semplice, in cui a sfondi colorati monocromatici si alternano immagini iper-sfuocate.
Tutto tende sempre a far risaltare le parole delle sue canzoni pop. Le mie parole come "sassi precisi aguzzi pronti da scagliare... nuvole sospese...gonfie di sottintesi... gocce preziose... spasimate... centellinate (???)"; Ci si chiede come faccia a campare se fosse vero quello che dice : MERCHANDISING gestito direttamente da EMERGENCY e devoluzione del 5 per mille alla stessa EMERGENCY; qualche fan che con una pacca sulla spalla gli dice "sei un grande, mi sono scaricato tutto da emule"! Ma temo che sia proprio vero!

Un concerto molto molto antico, nel senso che ha preteso la comunicazione con il suo pubblico, anche per precisare alcune cose importanti come ad esempio la dedica di Occhiali rotti ad Enzo Baldoni, ucciso barbaramente in missione di pace come tanti altri, d'altronde; o per infliggere giudizi definitivi, come quello sul mondo attuale, popolato " da mostri a 2 zampe "; Il pescatore di asterischi ,invita noi giocolieri a non sprecare il tempo a cercare un senso gravitazionale che non c'è!

Ogni tanto ha parlato della sua timidezza, delle odissee in treno dopo aver registrato una trasmissione della Dandini ( Roma- BOLOGNA), molto ha parlato di EMERGENCY, ed anche di come sono nate alcun sue canzoni (16/9 - che non è sedici settembre! - dedicata a una ragazza che affiggeva volantini )
Beve acqua e un pò di rum per scaldare la voce con cui, semplicemente, ci trasferisce la sua "delirante poesia". Un bravo ragazzo, pensante e simpatico, o, come si autodefinisce, MALINCOMICO che riesce a strappare anche delle urla alle sue fans, nonostante sia, in jeans e occhiali, molto lontano dal dilagante stereotipo maschile di tronisti & ambiguità neanche troppe velate !
 Mr.Spaceman & Miss Alessandra Toni