On Air Stiamo trasmettendo:
Supercompilation

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



BJORK Biophilia

 

Anno di pubblicazione: 2011

Provenienza: Islanda

Genere: elettronica

Voto: ****

Brano migliore: Sacrifice

 

Commento: Ennesimo gioiello made in Bjork. Biophilia è disco molto ostico (come ormai nella tradizione della Bjork post Post e perdonatemi il gioco di parole, ma erano anni che volevo farlo!), ma ricco di spunti fascinosi. Il tentativo è quello di mettere in musica il battito del globo terrestre, insomma una tematica che lo avvicina molto a Medulla, altro capolavoro dell’islandese. La musica è però completamente diversa da Medulla e recupera spesso, tra un momento acustico o a cappella ed il successivo, squarci della grande musica elettronica degli anni ’90 (leggasi alla voce jungle o dn’b). Ai nostalgici farà venire in mente il momento in cui Bjork e Goldie erano qualcosa in più di due amici. Come spesso accade con Bjork, alla fine piacciono di più le canzoni maggiormente fruibili: Sacrifice, Solstice, Mutual Core e Dark Matter.


Assomiglia a: ad una raccolta di Bjork. Ci sono le tematiche di Medulla, la grandeur di Homogenic, le ritmiche spezzate di Volta e la voglia di stupire che da sempre contraddistingue questa artista unica.


Dove ascoltarlo: guardando The Tree Of Life di Terence Malick.

 Lorenzo Allori