On Air Stiamo trasmettendo:
Nigthswimming con Claudio Biancalani

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



HOW TO DESTROY ANGELS Welcome Oblivion

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: U.S.A.

Genere: elettronica, industrial

Voto: ***

Brano migliore: The Loop Closes


Commento: Trent Reznor, leader dei Nine Inch Nails, da qualche tempo ha messo insieme questo side project, in compagnia della moglie e di alcuni amici, per meglio esplorare le componenti elettroniche della propria musica. Non è certamente serena la musica degli How To Destroy Angels, ma altrettanto sicuramente è meno oscura ed opprimente di quella dei Nine Inch Nails, oltre ad essere infinitamente meno pesante e violenta. Per convincersi di questo è sufficiente dare un'ascoltata al singolo Keep It Together, ma sarebbe comunque un peccato limitarsi ai brani più commerciali di un disco che invece riserva le migliori sorprese lontano dalla forma canzone, quando i loop ed i rumori delle macchine creano una vertigine così tanto comune ai fans dei NIN. Da sistemare nello scaffale accanto a tanta ottima musica targata anni '80.


Assomiglia a: James Blake, Recoil, Einsturzende Neubaten (il primo album).

Dove ascoltarlo: durante una grande fiera dell'elettronica.

 Lorenzo Allori