On Air Stiamo trasmettendo:
Eightis

Parola di DJ
Causa trasferimento della sede le trasmissioni consuete di Radio Gas riprenderanno solo giovedì 18 Gennaio. In loro sostituzione vanno in onda le nostre selezioni musicali

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



ALYN SHIPTON Nuova Storia Del Jazz

Autore: Alyn Shipton

Casa Editrice: Einaudi

Pagine: 1.152

Prezzo di copertina: € 50,00

 

In Italia la storia del jazz ha sempre avuto il nome ed il cognome del critico Arrigo Polillo. Ancora oggi il suo notevole testo uscito alla fine degli anni '60 continua a lasciare ammirati i lettori per la passione e l'acume interpretativo. Dal 2011 è però disponibile anche questa Nuova storia del jazz di Alyn Shipton che si annuncia, fin dalle incredibili dimensioni, come il lavoro più completo mai scritto sull'evoluzione di questo genere musicale. In effetti Shipton si rende protagonista di una titanica opera di analisi storica e musicologica comprensiva di polemiche e confutazioni rispetto alle correnti di pensiero più comuni nello spiegare la genesi di questa o quella "scena musicale". Se avete delle idee consolidate riguardo la nascita del jazz, le caratteristiche dello swing, le modalità con cui si impose il be-bop o le fondamenta teoriche del free jazz, ebbene sappiate che Shipton è pronto a smontarle una ad una; e non parlando a vanvera, ma portando in dote evidenze, prove documentate, dati e testimonianze.

La lettura è dunque sicuramente consigliata, ma è riservata solo ai grandi appassionati di jazz e a chi maneggia già le tappe fondamentali di questo straordinario viaggio. Per il resto del mondo il rischio è quello di rimanere spaesato in mezzo al numero incredibile di nomi e fatti che hanno segnato la storia di questa musica. Oltre a ciò, sarebbe comunque meglio avere qualche nozione di teoria musicale / armonia prima di intrufolarsi in certi ragionamenti che l'autore effettua per spiegare l'originalità di questo o di quell'altro musicista.

Se si volesse invece cercare il pelo nell'uovo, si potrebbe sottolineare l'eccessivo spazio dedicato al jazz ante seconda guerra mondiale (la maggior parte del libro), rispetto a quello successivo.

Conclude il testo un lungo saggio sulla storia parallela del jazz italiano.

Questo libro potrebbe diventare fondamentale almeno quanto l'ascolto di A Kind Of Blue, Saxophone Colossus o A Love Supreme.

 Lorenzo Allori