On Air Stiamo trasmettendo:
Spazio Progressive

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Brunori Sas – A casa tutto bene

Anno di pubblicazione: 2017

Provenienza: Italia

Genere: leggera italiana, indie rock

Voto: ***1/2

Brano migliore: La verità


Commento: Dario Brunori ancora una volta si rifà esplicitamente ai grandi cantautori della nostra tradizione musicale. Ascoltando A casa tutto bene vengono in mente Lucio Dalla, Francesco De Gregori ed Ivano Fossati (L'uomo nero, Canzone contro la paura). Purtroppo poi ci sono altre canzoni più "leggere", che falliscono l'obiettivo: dal pop Gazzé / Silvestri di Lamezia Milano o di La vita liquida, alla risaputa melodia "grignanesca" di Colpo di pistola. I punti di forza del disco si devono ricercare nella bellezza di alcuni testi (La verità, Don Abbondio, Secondo me - con alcuni esempi di impegno politico, che ormai sono peculiarità solo di certi vecchi e gloriosi rottami) e nel coraggio di non seguire le mode musicali del momento. I punti deboli viceversa sono per me soprattutto da imputare alle sonorità ricercate. Come troppo spesso succede negli album italiani, la strumentazione viene relegata in sottofondo, con la voce viceversa fin troppo in primo piano. Si ottiene un risultato di indistinto effetto muzak, che non rende giustizia a certi arrangiamenti dal sapore indie folk. Da questo punto di vista, A casa tutto bene mi sembra un passo indietro rispetto al predecessore. Per tutto il resto invece è un successo e venderà anche piuttosto bene (per gli standard del momento, ovviamente).

Assomiglia a: vedi sopra.

Dove ascoltarlo: in sala da pranzo.

 

 Lorenzo Allori