On Air Stiamo trasmettendo:
Supercompilation

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



DEASONIKA - Tredicipose

 A quattro anni dall'album "Piccoli dettagli al buio" e dopo una delle migliori partecipazioni al festival di Sanremo che si ricordino (era il 2006), i Deasonika sono tornati con un album il cui titolo si riallaccia al mondo del cinema e della fotografia. "Tredicipose" è un album che conferma i Deasonika come una delle più talentuose indie rock band italiane, ma gli episodi migliori, quelli che raggiungono vette davvero notevoli, sono quando la band vola sulle emozioni che sa regalare tra pianoforte e voce innestati su un rock morbido e seducente,
ed evita invece l'inglese e il rock pesante che presta il fianco a un poco convincente lato dark. Per chiarire: il singolo "Viole" è un brano bellissimo, così come i brani "La stanza brucia", "Trasparente" e "Song X". Splendida "La rebelle" di Baudelaire musicata dalla band. Sono episodi magici e pieni d'atmosfera, con testi molto belli. Invece brani come "All the other guys", "Kurt Cobain" o "Thank you" sembrano quasi suonati e cantati da una band diversa, come fosse buon rock e nulla più. Il disco ha così una doppia faccia: ma quella migliore è talmente bella che fa venire i brividi.

Voto: 7

David Drago