On Air Stiamo trasmettendo:
Nigthswimming con Claudio Biancalani

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



EDDA - Odio i vivi

 

 

Anno di pubblicazione: 2012

Provenienza: Italia

Genere: cantautorato

Voto: ***

Brano migliore: Emma

 

Commento: Edda, ex leader dei Ritmo Tribale e musicista dal passato molto difficile, si è cimentato in un genere di cantautorato che non pensavo di riascoltare più in Italia. Odio i vivi è album profondamente radicato nelle sperimentazioni degli anni ’70: quando era lecito provare qualsiasi arrangiamento ed artificio sonoro, perché comunque le case discografiche avrebbero sostenuto il lavoro degli artisti. Adesso non è così, ma Stefano “Edda” Rampoldi se ne esce con un disco coraggiosissimo e spigoloso, in cui l’argomento principale è il sesso, raccontato con una veridicità quasi disturbante e brutale. Sono moltissime le canzoni che hanno per titolo nomi di donna: Emma, Anna (in cui appare nitido il fantasma di Lucio Battisti; identica infatti la foga interpretativa della sua omonima canzone), Marika, Tania. Poco pop, molto pathos e molti suoni disturbanti. Alla lunga monocorde, ma comunque affascinante.

 

Assomiglia a: Alan Sorrenti.

 

Dove ascoltarlo: a casa, dopo una sanguinosa lite domestica.

                                                                         Lorenzo Allori