On Air Stiamo trasmettendo:
The Boiler con Indignata Chinaski

Parola di DJ
Siamo tornati! Stamani riprendono le trasmissioni consuete di RADIO GAS

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



EDDA - Odio i vivi

 

 

Anno di pubblicazione: 2012

Provenienza: Italia

Genere: cantautorato

Voto: ***

Brano migliore: Emma

 

Commento: Edda, ex leader dei Ritmo Tribale e musicista dal passato molto difficile, si è cimentato in un genere di cantautorato che non pensavo di riascoltare più in Italia. Odio i vivi è album profondamente radicato nelle sperimentazioni degli anni ’70: quando era lecito provare qualsiasi arrangiamento ed artificio sonoro, perché comunque le case discografiche avrebbero sostenuto il lavoro degli artisti. Adesso non è così, ma Stefano “Edda” Rampoldi se ne esce con un disco coraggiosissimo e spigoloso, in cui l’argomento principale è il sesso, raccontato con una veridicità quasi disturbante e brutale. Sono moltissime le canzoni che hanno per titolo nomi di donna: Emma, Anna (in cui appare nitido il fantasma di Lucio Battisti; identica infatti la foga interpretativa della sua omonima canzone), Marika, Tania. Poco pop, molto pathos e molti suoni disturbanti. Alla lunga monocorde, ma comunque affascinante.

 

Assomiglia a: Alan Sorrenti.

 

Dove ascoltarlo: a casa, dopo una sanguinosa lite domestica.

                                                                         Lorenzo Allori