On Air Stiamo trasmettendo:
The Musical Trip con Alessio Corsi

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



MANDRAKE Zarastro

 

Anno di pubblicazione: 2012

Provenienza: Italia

Genere: pop

Voto: ***1/2

Brano migliore: Nothing Is Predictable

 

Commento: Sono Livornesi, sono appassionatissimi di pop britannico (e di Burt Bacarach, almeno a giudicare dai territori battuti dal trombettista Mauro La Mancusa) e cantano in un inglese dalla perfetta pronuncia “cockney”. Zarastro è il primo album di questi ragazzi che usano fiati,archi e chitarre acustiche per dipingere entusiasmanti e melodici acquarelli pop. Le canzoni forti della scaletta si chiamano Time, The Copelands, Uncertain Moment, Nothing Is Predictable e Black Tambourine, ma un po’ tutte le canzoni hanno una loro importante ragione di essere. Speriamo che il cantato in inglese non sia un limite per il loro successo all’interno dei patri confini ed invece risulti attrattivo per il mercato internazionale. Talentuosi e non banali.


Assomiglia a: The Last Shadow Puppets, Sparklehorse

Dove ascoltarlo: come colonna sonora di un concorso di bellezza di metà anni ’60.
 Lorenzo Allori