On Air Stiamo trasmettendo:
Gas Station con Alessandro Pianti

Parola di DJ
Le trasmissioni consuete di RADIO GAS riprenderanno regolarmente lunedì 31 Agosto. In loro sostituzione andranno in onda le nostre selezioni musicali.

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Vil Rouge - Immacolato caos

 Il progetto Immacolato caos dei Vil Rouge parte come una raccolta di canzoni cantautoriale. Qualche anno fa Valeria Caliandro, in arte "Vil Rouge", compose alcuni pezzi che però hanno trovato la forma definitiva soltanto nel 2009, quando inizia la collaborazione con Jacopo Ciani (musicista classico che collabora anche con altri gruppi della scena musicale pratese, tra cui "Eshareh" e "Apprendista Bardo") al violino, viola e sega musicale, Luca Cantasano ("Macchina Ossuta", "KaosTributo", "Le Mòn") al basso e contrabbasso e Cristiano Bottai ("Strange Fruit", "Macchina Ossuta", "Ustmamò" e "Articolo 31") alla batteria.

Vil Rouge punta molto ai testi delle sue canzoni. Ad esempio Il lupo è una canzone che descrive la figura dell'uomo nero, rivista in chiave moderna. Avere delle paure porta davvero ad essere vittime delle stesse, oppure a non esserlo, a seconda delle nostre scelte. La morale che ho tratto da questa canzone è che siamo quello che vogliamo essere e se ci ripetiamo sempre la stessa cosa alla fine ci accade sul serio.
Il cd continua con brani avvincenti come Renèe's Lullaby cover di Fabrizio De André cantata dalla splendida voce di Vil. Appare chiara la competenza musicale straordinaria dei membri della band, che spesso vengono da studi classici (come la stessa Vil rouge e il violinista Jacopo Ciani con i suoi tanti effetti e colpi d'arco, che abbracciano la musicalità del gruppo, anche con l'aiuto dell'ospite Elvira Muratore al violoncello).
Il disco si conclude con un trittico di grande livello: Leggenda di Natale, che accarezza la new age con i suoi suoni delicati ed effetti voce echeggianti, Immacolato caos, brano decisamente più rock, per finire con un brano più soft, quasi come se volessero lasciare l'ascoltatore una sorte di tranquillità interiore (senza dimenticare la bonus track).

Consiglio di vedere un loro concerto acustico, dove Cristiano Bottai suona bicchieri di cristallo e cestini vari..trasformando tutto in grande musica!


Voto ***1/2


 Luca Martini