On Air Stiamo trasmettendo:
Selezione Musicale

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Caterina Palazzi Sudoku Killer – Infanticide

Anno di pubblicazione: 2015

Nazione: Italia

Genere: jazz

Giudizio: ***1/2

Brani: Sudoku Killer / Hitori / Nurikabe / Futoshiki / Masyu

Brano migliore: Nurikabe

 

Musicisti: Caterina Palazzi (contrabbasso), Antonio Raia (sax tenore), Giacomo Ancillotto (chitarra), Maurizio Chiavaro (batteria)

 

Questo irriverente quartetto, guidato dalla (poca) grazia della contrabbassista Caterina Palazzi, intende rinnovare lo strano connubio tra jazz e hardcore punk. Nel corso degli ultimi decenni, in particolare la scena di New York City, ha formato un paio di band cruciali per l'ispirazione di questi Sudoku Killer. Per primi i Lounge Lizards, dai quali il gruppo riceve in ispirazione i propri momenti più "geometrici" / "matematici", per secondi i Naked City, dai quali vengono presi la carica trasgressiva e l'annichilente potenza sonora. Senza ovviamente avere la classe di un John Zorn e dei suoi accoliti (tanto per ricordare, in formazione dei Naked City c'erano dei tipetti che hanno fatto e continuano a fare realmente la Storia del jazz con la esse maiuscola, quali Bill Frisell, Joey Baron e Wayne Horvitz), i Sudoku Killer passano con disinvoltura dal rumore bianco super rock dell'iniziale Sudoku Killer, alle urla strazianti di Futoshiki, fino a momenti più piacevolmente mingusiani (il tardo Mingus, quello dei due album gemelli denominati Changes) come Nurikabe. Divertente la scelta di intitolare i brani come le varie tipologie di sudoku, ideate per sfasciare le nostre teste sfaccendate.

 

 Lorenzo Allori