On Air Stiamo trasmettendo:
Marco Monzali

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



ENZO PIETROPAOLI QUARTET Yatra 2

Genere: Jazz

Provenienza: Italia

Anno /Etichetta: 2013/Via Veneto Jazz

Voto ****

 

Enzo Pietropaoli, contrabbasso

Fulvio Sigurtà, tromba

Julian Mazzariello, pianoforte

Alessandro Paternesi, batteria

 

 

Lontano nell'anima/Gracias a la vida/Ogni domenica/In praise of B/Tre voci/Tonight/Ricordi/Lieder Ohne worthe Op.30 n.3 in E/Long Journey/He likes slow

 

 

Il primo disco è uscito come live, quest' ultimo affronta invece un nuovo viaggio dall'interno di uno studio di registrazione. Due universi completamente diversi percorsi per esprimere emozioni, per raccontare la propria musica. Ma il concetto è sempre lo stesso, il viaggio. Dell'anima, delle sollecitazioni esterne che tendono a riflettersi nella musica espressa da quattro individualità distinte. Penso che alla fine di questo si tratti. Dedicare all'ascoltatore attento, sprazzi di luce, momenti di riflessione, ricordi, sensazioni leggere.

 

Niente standard La realtà esterna fa capolino in Gracias a la Vida e in un Lieder del compositore romantico Felix Mendelssohn. Per il resto composizioni originali che danno corpo a questo viaggio caratterizzato dall'inseguire principalmente i suoni del cuore, il libero fluire delle sensazioni.

Eccellenti i componenti del gruppo, con Fulvio Sigurtà particolarmente intenso nel suo stile a tratti corrotto. Enzo Pietropaoli conferma il suo ruolo di solido contrabbassista al servizio degli altri, dotato di suono rotondo e deciso.

Dall' imprevedibilità dei suoni espressi nella registrazione "live" del primo Yatra, a quelli più meditati, assimilati, approfonditi, di questo secondo capitolo, da ascoltare rilassati per percepirne le più intime sfumature.

 

 Marco Milanesi