On Air Stiamo trasmettendo:
Supercompilation

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Matana Roberts – Coin Coin Chapter Three: River Run Thee

Anno di pubblicazione: 2015

Nazione: U.S.A.

Genere: Jazz

Giudizio: ***

 

Brani: All Is Written / The Good Book Says / Clothed To The Land, Worn By The Sea / Dreamer Of Dreams / Always Say Your Name / Nema, Nema, Nema / A Single Man O' War / As Years Roll By / This Land Is Yours / Come Away / With Me Seek / J.P.

 

Brano migliore: Dreamer Of Dreams

 

Musicisti: Matana Roberts (sax contralto, tastiere, pianoforte, effetti elettronici)

 

Terzo capitolo della celebrata serie Coin Coin, che ha ridefinito forse per sempre le regole del free jazz, River Run Thee vede la sassofonista di Chicago Matana Roberts in un viaggio assolutamente solitario. Un viaggio che parla il linguaggio della spiritualità, del blues ma anche, ed è questa la grande novità, dell'elettronica e della psichedelia. Come nei precedenti capitoli la Roberts affronta la materia dell'improvvisazione partendo da un punto di vista similare a quello di Albert Ayler, Archie Shepp o del più recente Don Byron. Il free jazz torna pertanto a vestire i panni della musica eminentemente politicizzata e non meramente avanguardista. Rispetto ai precedenti capitoli della trilogia, il jazz è più un rumore di fondo che altro: come un colore nella più ampia tavolozza ambient del lavoro. Come tutti i dischi ambient quindi qui si parla di suggestioni e di descrizioni di paesaggi sonori. Ci potrete trovare il gospel, le marce per la libertà, il black power e tutto quel faticoso percorso che ha portato un afroamericano alla presidenza degli Stati Uniti. Ascolto arduo, ma senza dubbio interessante.

 Lorenzo Allori