On Air Stiamo trasmettendo:
Selezione Musicale

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



PAOLO FRESU & OMAR SOSA Ft. J. MORELENBAUM Alma

 

Genere: jazz

Provenienza: Italia / Cuba / Brasile

Anno: 2011 -Tuk Music

Voto: ****1/2

Paolo Fresu: tromba/flicorno/percussioni/multi effetti 

Omar Sosa: pianoforte acustico e Fender/MicroKORG/Multieffetti/percussioni/voce

Jaques Morelenbaum: violoncello

S’inguldu / inverno grigio /No Trance / Alma / Angustia / Crepuscolo / Moon On The Sky / Old D Blues / Medley: Ninos, Nenia / Under African Skies / Rimanere grande!

 

Semplicemente anima (alma)!, l’anima che si cela dietro le suggestioni, i colori, le emozioni che questo disco regala ogni solco che scorre. Fresu e Sosa si soffermano compiaciuti su melodie tenui, motivi sussurrati, interamente frutto della loro creatività, ritmi che non provengono altro che dal respiro della terra. Paolo Fresu si distacca qui dagli accenti davisiani per affrontare un leggero e ampio viaggio intorno al cuore. C’è infatti  un cuore che gronda sangue in copertina e una citazione irresistibile di Alessandro Bergonzoni: “Lo dico col cuore in mano, dunque con i polsini completamente insanguinati”.

Omar Sosa libera il pianoforte dal suo tradizionale ruolo armonico e lo amplia, lo dilata, fino a farlo librare sereno verso e dentro le melodie impalpabili che si susseguono felici nello sviluppo dei brani che compongono il disco. Puntuali gli accenti delle percussioni in sottofondo. Gli effetti elettronici contribuiscono con garbo a creare una atmosfera di serena e meditata attesa. Perfette le sottolineature e i dolci passaggi del violoncello di Morelenbaum.

Ognuno dei tre musicisti sembra porgere con delicatezza all’ascoltatore l’anima delle proprie terre: la Sardegna di Fresu, Cuba di Sosa e il brasile di Morelebuam. L’alchimia è perfetta. 

Un disco da ascoltare ovunque, ma  meglio all’aperto, immaginando le note della tromba di Paolo Fresu che si perdono nel vento leggero di un tardo pomeriggio di fine estate. La vita può riservare tante belle cose in un tardo pomeriggio di fine estate.

 Marco Milanesi