On Air Stiamo trasmettendo:
Nightswimming con Marco Monzali

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Adele – 25

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: Gran Bretagna

Genere: pop, soul

Voto: **1/2

Brano migliore: I Miss You


Commento: Dopo il successo di 19 prima e di 21 poi, Adele era attesa alla prova di 23. Poi il tempo è passato insieme supponiamo all'aumento della pressione (tutta su di lei) ed il 23 è divenuto 24, per poi trasformarsi addirittura in un bel 25. La ragazzina si è fatta donna ed è ormai divenuta una stella di prima grandezza del panorama pop mondiale (probabilmente la numero uno nella vecchia Europa). Il nuovo album cerca di ripetere i fasti dell'ottimo predecessore, ma non ci riesce quasi per niente. Se si escludono tre pezzi invero molto gradevoli (il primo singolo Hello, I Miss You e poi la conclusiva Sweetest Devotion), le canzoni virano in modo preoccupante verso il pop più becero e ballabile (Send My Love To Your New Lover, Water Under The Bridge e River Lea sembrano uscite da uno degli ultimi album di Shakira. E non è un complimento). La registrazione non ha dinamica e risulta piatta, mentre i ritornelli sono sempre urlati, come nella peggiore tradizione di una Celine Dion qualsiasi. Gli arrangiamenti non hanno poi quel suono caldo e soul che aveva reso grandissimo 21. Il disco è e sarà anche nel tempo un successo enorme, ma da una del talento di Adele ci saremmo aspettati, anche per la lunga attesa, qualcosa di decisamente più coraggioso ed artisticamente elevato. L'unico aspetto positivo è che, grazie a 25, molte persone hanno ricominciato a ricomprare musica dopo tanto tempo.


Assomiglia a: vedi sopra.

Dove ascoltarlo: proprio ovunque.

 Lorenzo Allori