On Air Stiamo trasmettendo:
Marco Monzali

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Big Big Train – A Stone’s Throw From The Line

 

Anno di pubblicazione: 2016

Provenienza: Gran Bretagna

Genere: progressive rock

Voto: ***1/2

Brano migliore: The Underfall Yard


Commento: Dopo oltre venti anni di carriera e ben diciassette di assenza dai palchi, i Big Big Train hanno licenziato questo doppio dal vivo, che li rilancia come massimi alfieri del prog più passatista in circolazione. I riferimenti maggiori della loro musica sono sempre stati senza dubbio i Genesis di Nursery Crime e Foxtrot o i Marillion dell'era Fish. La voce del cantante (e flautista) David Langdon ha in effetti più di qualche punto di contatto con l'originale "gabrieliano", mentre l'unica rilevante differenza rispetto agli illustri predecessori riguarda l'utilizzo massiccio dei fiati, ad arricchire i classici tappeti di mellotron ed arpeggi di chitarra a dodici corde. Niente da dire sulla qualità delle composizioni (in particolare autentiche prove di forza come The Underfall Yard e Hedgerow), ma se si ricercasse per caso un sound un minimo innovativo, occorrerebbe fuggire dai Big Big Train come si potrebbe fare con la peste bubbonica.


Assomiglia a: vedi sopra.

Dove ascoltarlo: Sul palco del Kings Place di Londra (perché poi chissà quando ricapiterà).

 Lorenzo Allori