On Air Stiamo trasmettendo:
Supercompilation

Parola di DJ
Le nostre trasmissioni consuete sono riprese da oggi dopo la pausa natalizia

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Blake Mills – Heigh Ho

Anno di pubblicazione: 2014

Provenienza: U.S.A.

Genere: classic rock

Voto: ****

Brano migliore: Don't Tell Our Friends About Me


Commento: Blake Mills un tempo non troppo lontano è stato il chitarrista dei Dawes ed è poi divenuto famoso come uno dei produttori più richiesti del panorama americano. E' un chitarrista dalla tecnica eccellente, tanto che viene regolaremente indicato come tra i migliori turnisti in circolazione. La sua carriera solista parla invece un linguaggio diverso da quello della tecnica. Heigh Ho, per esempio, rappresenta un livello di scrittura cantautorale che non è facile trovare in giro, nemmeno in casa di colleghi ben più famosi. Ognuna delle canzoni di questo disco nasconde una qualche trovata / raffinatezza sonora degna di un grandissimo artigiano. Certo c'è anche la chitarra, ma sempre misurata e funzionale al racconto che si snoda lungo i dodici brani della scaletta. Quando poi Mills lascia andare le briglie dell'improvvisazione solista (come nella lunga Shed Your Head) è davvero un gran bel sentire. Partecipano alle sessions ospiti illustri come Benmont Tench, Don Was, Jim Keltner e Fiona Apple. Uno dei dischi dell'anno.



Assomiglia a: J.J. Cale, Eric Clapton

Dove ascoltarlo: in un palazzetto dello sport vuoto.

 Lorenzo Allori