On Air Stiamo trasmettendo:
Nigthswimming con Claudio Biancalani

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Buffalo Killers – Fireball Of Sulk

Anno di pubblicazione: 2014

Provenienza: U.S.A.

Genere: hard rock, southern rock

Voto: ***1/2

Brano migliore: Marshmallow Mouth


Commento: I Buffalo Killers sono da anni una delle realtà più famose della fiorente scena "revivalista" americana. Nel 2014 hanno aggiunto una malinconica e dolciastra lap steel alla propria formazione, pilotando il loro recente album Heavy Reverie verso inediti (per loro) lidi country rock. Quella svolta primaverile a me non aveva proprio convinto, mentre mi gusta particolarmente questo ep invernale, che mette nuovamente in mostra i muscoli. Sei brani di media - corta lunghezza che mettono tantissima carne al fuoco. Potete rintracciarci echi zeppeliniani, psichedelia, power ballad e lancinanti assoli southern rock. Insomma tutta roba parecchio buona. L'unica pecca per me è la voce di Andrew Gabbard, molto simile a quella altrettanto pessima di John Bell (Widespread Panic).


Assomiglia a: Widespread Panic, Lynyrd Skynyrd, Masters Of Reality

Dove ascoltarlo: in un rettilario, osservando il pericoloso dispiegarsi delle spire di un boa constrictor.

 Lorenzo Allori