On Air Stiamo trasmettendo:
The Boiler con Indignata Chinaski

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



DEAFHEAVEN Sunbather

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: U.S.A.

Genere: metal

Voto: ****

Brano migliore: Vertigo


Commento: La più grande metal band della Bay Area, dieci lettere. I più sprovveduti potrebbero rispondere Metallica, per poi accorgersi che in quel caso le lettere sono solo nove. A San Francisco, da qualche anno a questa parte, "la" band metal per eccellenza non sono i multimiliardari "four horsemen", ma questi strani nerd satanici. I Deafheaven fanno il post metal più affascinante e maestoso in circolazione, ma lo condiscono con una vocalità (George Clarke) così malata da non avere niente da invidiare alla violenza dei più celebrati gruppi black metal. Non è una musica facile quella dei Deafheaven (i fieri 14 minuti dell'incredibile Vertigo, o la bellissima oasi melodica rappresentata da The Pecan Tree, sono lì a dimostrarlo), eppure sta mettendo in subbuglio l'intero mondo del metal. L'ennesima conferma che lo stereotipo del metallaro con l'anello al naso è fastidioso almeno quanto falso. Chissà che non spetti al metal moderno salvare i fragili destini del rock.


Assomiglia a: Russian Circles, Agalloch

Dove ascoltarlo: sotto una doccia di acqua gelida.

 Lorenzo Allori